Le falene di Gallinaro che bruciano di fronte alla stella fissa della Chiesa

Biagio Cacciola

Politologo e Opinionista

La storia degli scismi e delle eresie si ripete con tenacia dall’inizio della Chiesa. Cosi è stato per la cosiddetta Chiesa universale della nuova Gerusalemme di Gallinaro. Nata grazie alle rivelazioni subito dopo la guerra di una pia donna semplice, Giuseppina Norcia. Durante la sua vita, il luogo di Gallinaro era conosciuto come il Bambinello, legato all’apparizione che da adolescente Giuseppina aveva avuto. La stessa é stata sempre docile alle indicazioni della Chiesa e, chi l’ha conosciuta, ricorda la sua umiltà e il suo basso profilo. Continuava a sentirsi figlia del Cattolicesimo, religione che non l’ha abbandonata fino alla morte nel 2008.

Immediatamente dopo, finito il carisma della fondatrice, c’é stata la svolta organizzatrice. Che ha centralizzato la struttura con un capo e la massa degli adepti. Molti film sono stati girati su queste modalità di centralizzazione di organizzazioni legate alla religione. Un fenomeno che la modernità ha accentuato invece di far diminuire. La tentazione gnostica infatti è sempre più seducente.

La salvezza, per la gnosi, é appannaggio solo di coloro che grazie a un’illuminazione speciale conoscono la via, puntualmente diversa da quella legata al Papa. Da qui nascono i vari scismi e eresie che, da sole, si pongono fuori dalla Chiesa cattolica. Che puntualmente viene accusata dai settari di aver perso l’ortodossia, di essersi contaminata col mondo, di elaborare le scritture, eccetera.

Da qui il passo successivo verso il rifiuto dei sacramenti è breve.

In questo modo le nuove forme religiose cadono preda dell’individualismo e del protagonismo millenaristico. Non assistiti più dalla forma tangibile della Grazia, i sacramenti devono affidarsi all’annunzio di eventi apocalittici che sono prima fissati, poi spostati e poi ripresi. Il mondo dei millenarismi ricade cosi nell’ideologia. Cioé l’attesa dell’evento che trasforma questo luogo, precario per natura come il mondo degli uomini, in un luogo di perfezione paradisiaco.

E’ su questo naturale bisogno dell’uomo che nascono i movimenti millenaristici, per poi sparire subito dopo e riemergere puntualmente in momenti di crisi epocale come questo. Falene che bruciano inevitabilmente di fronte alle stelle fisse della Chiesa eterna, quella cattolica.

1 commento

I commenti sono chiusi

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright