Quel Frosinone che ha già vinto prima di scendere in campo

di LAURA COLLINOLI
Un gol di Frara al 92′ tiene in vita il Frosinone. La squadra di Stellone sbanca il Bentegodi, scavalca il Palermo al penultimo posto e può continuare a correre sul Carpi, ora quartultimo.

Ma la verità è che noi abbiamo già vinto prima di cominciare. E abbiamo vinto prima di ogni partita.

Perché in tre anni siamo passati dalla Lega Pro alla serie A. Perché abbiamo uno stadio così vecchio che chiamiamo Matusa. Perché una piccola città, così piccola da non arrivare a 50.000 persone, va a giocare a Sansiro.

Perché forse non incideremo nel calcio che conta, ma in quel gioco di percentuali tra abitanti e tifosi non siamo secondi a nessuno.

Perché da noi il calcio non è quello dei divi, di chi si scansa con i bambini, dei milioni di euro. È quello autentico. Della sciarpa al collo e del batticuore.

Perché lo stadio è pieno di bambini e di anziani.

Perché quando qualcuno, al telefono, ha detto “ma chi la conosce Frosinone. Nessuno sa dove sia”, non ce n’è importato.

Lo sappiamo noi dove siamo. Il resto conta poco. Oggi siamo qui, domani potremmo giocare altrove. Forse è così, o magari no.

Ma la verità è che saremo sempre innamorati della nostra città!

Ecco perché abbiamo già vinto!

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright