‘Take Shelter or Flee’ – Lo scenario siriano – Visto da Cacciola

Lo scenario in Siria. Opinioni a confronto. Biagio Cacciola con Assad. E contro Donald Trump. La trappola ed i ricatti al presidente Usa

Biagio Cacciola

Politologo e Opinionista

Trump e’ un personaggio pericoloso perché profondamente debole all’interno della politica Usa. Il Partito Repubblicano, con cui vince le primarie, non lo considera infatti ‘organico’.

Solo il malessere profondo delle classi medie lo  ha portato alla vittoria in rotta con l’establishment. Una sorpresa finanziata a suon di bigliettoni verdi a milioni. Subito dopo il suo insediamento sono iniziate le accuse di una presunta, e speciosa ,interferenza russa alle elezioni.

Il messaggio dei centri di potere, Cia, Pentagono, industria delle armi era chiaro. O continui nel pericoloso braccio di ferro con la Russia, di obamiama memoria , o arriva l’impechement.

E’ cosi che il miliardario ha iniziato a mostrare, in modo contraddittorio, i muscoli contro la Russia. Ha  infatti cambiato quasi tutta la sua squadra di governo e si e’ affidato a uomini della Cia, nominandoli addirittura nel governo. Ha chiesto la copertura della potente lobby sionista guidata dal genero Kushner, dichiarando lo spostamento,unilterale, dell’ambasciata americana a Gerusalemme in spregio agli accordi internazionali. Ha permesso alla destra estrema israeliana di avere il lasciapassare nel tiro al piccione del palestinese, come e’ successo a Gaza in modo tragico e clamoroso.

Per ultimo ha creato il casus belli, attraverso il solito falso sulle armi chimiche sollevato da una delle fazioni piu sanguinarie del terrorismo fondamentalista islamico, che sta perdendo la guerra in Siria.

In modo incosciente ha fatto precipitare il mondo in una situazione assurda di guerra fredda, seguito in questa strada dal governo inglese di una delegittimata premier come la May. Il tutto condito da messaggi farneticanti su twitter dove annuncia, con uno stile da dottor Stranamore, missili sulla Siria.

Solo l’atteggiamento responsabile di Putin finora non ha permesso al mondo di precipitare in un clima ancora piu ‘ pesante di guerra mondiale. Fino a quando? Questo e’ il vero dilemma della politica mondiale nutrita da una posizione e da un linguaggio irresponsabile di quello che e’ diventato un Paese pericoloso per se e per gli altri come gli Stati Uniti d’America.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright