Tutti in visita al “santuario” di Roccasecca (di D. Facci)

Tutti in fila per occuparsi della Ideal Standard. Ora che non c'è più nulla da fare. Prima però, quando bisognava evitare che tutto accadesse, nessuno sapeva nemmeno dove fosse Roccasecca.

Dario Facci

Direttore Responsabile La Provincia Quotidiano

La visita all’Ideal Standard è divenuta una tappa obbligata per i politici in tour per la campagna elettorale.

E’ un po’ come quando si va a Padova, non puoi andartene se non sei passato a salutare Sant’Antonio.

Il “santuario” di Roccasecca viene visitato con alta frequenza da nomi importanti. Tutti ci sono passati o hanno annunciato che lo faranno.

Non è chiaro però cosa effettivamente potranno fare per evitare che di quell’azienda resti solo il luogo della memoria.

L’impegno, chiariamoci, è ottima cosa e che tutti, ma proprio tutti, si batteranno per far cambiare idea ai padroni ne siamo certissimi.

Che della faccenda se ne occupi il presidente del Lazio, quello del Senato o aspiranti presidenti è cosa ottima, ma l’esperienza ci dice che le “preghiere”, quando sono tardive, non bastano.

A meno che non siano vere e convincenti, al punto da far scomodare un “presidente” che sta molto più in alto: nell’alto dei cieli.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright