Venturi: «Troppi chiacchieroni e pochi candidati veri: questo è il dramma nel Pd»

di Norberto VENTURI
Segretario Circolo
PD Frosinone

 

 

Caro direttore,

conscio della sua passione letteraria, vorrei commentare suo articolo (leggi qui De Angelis nella torre durante i giorni del caos) richiamando alla memoria una favola di Esopo, dove un vanaglorioso atleta vantava eccezionali ma improbabili salti che avrebbe fatto fra i due piedi del colosso di Rodi.

Hic Rhodus hic. Salta è stata la risposta dell’interlocutore: Rodi è qui salta qui. Fai vedere cosa sai fare.

In questi giorni tanti cultori della figura del “Miles gloriosus” si sono cimentati in disquisizioni, strategie per la lista ma proposte concrete, cioè candidati veri, solo pochi. Quasi il Partito fosse composto da quegli opinionisti della domenica sera che criticano calciatori e allenatori quando alcuni di loro non hanno mai calciato un pallone e non da militanti di un Partito chiamati a metterci la faccia.

Se la proposta fatta non piace si spieghi bene perché. E si facciano altri nomi.

Sono, caro direttore, veramente ammirato dalla sua capacità di acquisire informazioni politiche sul Pd in “Real Time“( giuro che è stima e non polemica), tanto da considerarla uno di famiglia. E per questo credo abbia chiarissimo che non ci sono complotti contro chicchessia. Almeno per quanto mi riguarda: i complotti sono più esperto nel subirli.

Lei ci conosce tutti e sa bene chi in questa partita ci vuole mettere la faccia e chi solo la lingua. Tanto come dice Guccini ci sarà sempre un musico fallito, un pio, un teoreta, un Bertoncelli o un prete su cui sparare.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright