Ballottaggi, nei Comuni il Pd ne prende 3 su 3

Il risultato dei ballottaggi nel Lazio. Dove torna a soffiare il vento del centrosinistra. Che strappa al centrodestra Civitavecchia, Palestrina e Tarquinia. In due settimane i Dem fanno 6 centri su 7. La soddisfazione di Leodori. E quella di De Angelis.

Tre su tre: il vento del centrosinistra torna a soffiare sul Lazio. Ai ballottaggi oggi le coalizioni guidate dal Pd hanno strappato tre Comuni al centrodestra su tre che erano contendibili. Hanno eletto il sindaco a Civitavecchia a Palestrina ed a Tarquinia. È questo l’esito del secondo turno di voto nelle città che l’8 e 9 giugno non avevano avuto alcun candidato che superasse il quorum del 50% per essere eletto subito.

Già al primo turno il centrosinistra aveva realizzato un netto 3-1 vincendo a Monterotondo, Cassino e Veroli, lasciando solo Tivoli al Centrodestra.

Vento di centrosinistra

Il sindaco Marco Piendibene

A Civitavecchia viene ammainata la bandiera della Lega: Marco Piendibene è il nuovo sindaco con il 54,48% dei voti. A sostenerlo è stato un ‘Campo allargato‘ che ha visto insieme Partito Democratico Alleanza Verdi Sinistra a cui s’è aggiunto al ballottaggio il Movimento 5 Stelle che in prima battuta aveva appoggiato un suo candidato ottenendo il 14%. Niente da fare per il candidato del centrodestra Massimiliano Grasso (FdI-Lega) che aveva chiuso in vantaggio al primo turno nonostante non avesse potuto contare sull’appoggio di Forza Italia che si era invece schierata su un nome differente.

Vittoria del Centrosinistra anche a Palestrina: il nuovo sindaco è Igino Macchi. Lo hanno sostenuto il Pd ed alcune liste civiche), ottenendo il 58,81% dopo avere chiuso in vantaggio anche il primo turno di voto due settimane fa. Strappa la bandiera del centrodestra che aveva governato la città fino a marzo del 2023 prima di entrare in crisi. Il candidato di Forza Italia – Noi Moderati Giuseppe Cilia, stando ai numeri ha intercettato anche i consensi della candidata che al primo tunro era arrivata terza sostenuta da Fratelli d’Italia e Lega.

Non c’è stata storia a Tarquinia dove Francesco Sposetti diventa sindaco con il 70,09%. È una bocciatura netta per il centrodestra uscente guidato da Alessandro Giulivi.

Leodori: vinciamo in 6 Comuni su 7

Daniele Leodori

Soddisfatto del risultato il Segretario regionale Pd del Lazio Daniele Leodori: “Anche ai ballottaggi il Partito Democratico e le forze del centrosinistra vincono, portando a casa Comuni importanti del nostro territorio. Questi risultati rappresentano un grande traguardo per il nostro partito, che torna a crescere e a consolidarsi sul territorio”. Per Leodori si è trattato di un voto che, sommato a quello di due settimane fa, conferma la tendenza positiva e di una rinnovata fiducia da parte degli elettori nei confronti del Pd e del centrosinistra.Successi – evidenzia – che sono il frutto di un impegno costante e di un lavoro sul campo che ha visto protagonisti candidati di grande valore e competenza, supportati da squadre determinate e appassionate”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il segretario di Sinistra Italiana Lazio Danilo Cosentino. Secondo il quale “Gli ottimi risultati del secondo turno delle amministrative dimostrano che uniti si costituisce realmente ed efficacemente un argine alle destre anche in competizioni elettorali difficili come le amministrative“.

De Angelis: non sono sorpreso

Francesco De Angelis

Per il presidente Pd del Lazio Francesco De Angelis quello del ballottaggio è un risultato straordinario ma che non ci sorprende, perché frutto di un lavoro costante portato avanti con passione e concretezza dalla nostra segretaria Elly Schlein e da tutto il Partito Democratico”. De Angelis ricorda i risultati centrati a Firenze, Bari, Perugia, Campobasso “ma anche tante altre città, con alcuni risultati eccezionali che segnano percentuali altissime ottenute dalle nostre candidate e dai nostri candidati”.

L’analisi del presidente del Partito Democratico è che “il centrosinistra stravince questo turno di ballottaggio, con un Partito Democratico che esce da questa competizione elettorale più forte, unito e pronto ad essere protagonista di un progetto di coalizione che coinvolga le altre forze di centrosinistra ed i movimenti civici”. Ricorda il risultato di due settimane fa alle Europee dove tanti immaginavano un Pd in disfacimento e sotto il 20% mentre le urne hanno detto cose ben diverse.

Ma soprattutto mette in evidenza i numeri con cui il centrosinistra ha rivinto due settimane fa in provincia di Frosinone, riconquistando Cassino e Veroli grazie alle coalizioni guidate dai sindaci Enzo Salera e Germano Caperna: “È la vittoria di coalizioni che mettono insieme partiti progressisti ed un civismo sempre più apprezzato. Proseguiamo ora con questo passo, convinto che potrà certamente condurci a nuove importanti vittorie”.