Andrà tutto bene solo se sapremo a chi affidarci

Foto © Imagoeconomica / Sergio Oliverio

Il crine sottile fra la disperazione di crederci e la certezza che la fiducia debba essere assoluta. Come quando la fiducia si fa fede. Come quando davvero capisci Gesù.

Pietro Alviti

Insegnante e Giornalista

Non sia turbato il vostro cuore

*

Tanti sono i turbamenti di questi giorni: andrà tutto bene, continuiamo a dirci, l’abbiamo fatto scrivere ai nostri bambini, lo rappresentiamo in tutti i modi possibili. Ma il cuore rimane turbato di fronte ad una minaccia che non riusciamo a controbattere, a sconfiggere, anzi sembra sfuggirci.

Tutte le nostre certezze sono andate per aria in poche settimane. Una spada di Damocle è sempre appesa sulle fasi, che si susseguiranno con numeri progressivi.

La fiducia che si fa fede, ecco il modo per far andare tutto bene

Non sappiamo quanto possa reggere quel crine di cavallo e ci spaventiamo a fare quelle cose che prima appartenevano alla nostra vita quotidiana. Incontrare gli amici, chiacchierare con loro, scambiare una battuta. Magari fra loro c’è il portatore sano che inconsapevolmente potrebbe contagiarci. Altro che turbamento, siamo spaventati.

Eppure la Parola ci pone di fronte questo straordinario invito di Gesù. Qualunque cosa succeda, di fronte al male più angoscioso, di fronte alla tempesta che sta per travolgerci,  non sia turbato il vostro cuore.

Ma come si fa…

Non dovete impazzire, ma fidarvi…

Le parole di Gesù sono semplici, immediate. Non dovete impazzire, ma fidarvi, dovete stare attenti, ma fidarvi, io sono la via.

Dunque non dovrebbe essere difficile. Ma come sempre i vangeli mettono in evidenza le difficoltà del credere alle parole di Gesù. Gli chiedono: mostraci questa via. E Gesù deve accettare quanto sia difficile aver fede nelle cose che dice. Nemmeno quegli uomini che lo hanno seguito per anni, che hanno visto i suoi miracoli, sentito le sue parole, nemmeno loro hanno capito.

La via è Gesù nel senso che dobbiamo comportarci come lui si comporterebbe in questo momento, ecco la via, la verità. Dobbiamo conformarci a Gesù, chiederci: come si comporterebbe in questa situazione, quali scelte farebbe. E subito il nostro cuore non avrà turbamenti. Perché abbiamo scelto di percorrere la via del bene, l’imitazione di Gesù, la scelta che ci darà la vita.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright