Se il Vangelo ci parla di fake news (di P.Alviti)

Pietro Alviti

Insegnante e Giornalista

 

di Pietro ALVITI

 

 

Cos’è la verità? La terribile domanda di Pilato a Gesù, nel rispondere all’affermazione: sono venuto a rendere testimonianza alla verità, ci interpella tutti in un mondo che si trova in affanno nello stabilire cosa sia vero e cosa falso.

E’ il mondo del “fake” del falso, soprattutto nell’ambito della comunicazione che dovrebbe invece assicurare la certezza della notizia. Anzi, ci troviamo di fronte a chi strumentalizza la presunta verità, cercando di piegarla ai propri interessi di parte.

E’ il caso delle tante inchieste giudiziarie che emettono sentenze ben prima dell’accertamento della verità e vengono utilizzate strumentalmente per i propri fini di parte, per affossare carriere politiche o infangare reputazioni. Eppure la verità è in grado di emergere soltanto se  ne rivestiremo le armi, altrimenti il principe della menzogna trionferà e arriverà al punto di far sembrare bene ciò che è male.

La verità per i greci consisteva nello svelamento di ciò che è nascosto mentre nel mondo latino affermava la necessità della fiducia reciproca che rende vero un rapporto, un amore,  un patto, fondandosi sulla reputazione.

Dobbiamo dunque obbligatoriamente scegliere se schierarci dalla parte di Gesù e testimoniare con coraggio la verità di cui ci fidiamo perché c’è lui a testimoniarla, oppure ritrarci con Pilato a chiederci dove sia questa verità. in cosa consista, se ci sia davvero…

E così nessuno ci eviterà il catino per lavarci le mani di fronte alle tante scomode verità che la vita ci pone di fronte.

 

§

Qui tutti gli articoli di C’è bisogno di Parola

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright