L’ex brigatista che costruisce velieri

[dfads params=’groups=105&limit=1&orderby=random&return_javascript=1′]

 

ERMANNO AMEDEI per FACCEDIVITA.IT
Condannato per banda armata negli anni di piombo, assolto dall’accusa di aver assassinato il capo della sorveglianza Fiat di Cassino Carmine De Rosa e di aver attentato alla vita di un alto dirigente della stessa azienda: Giuseppe Cerra, oggi 61enne di San Giovanni Incarico, ha la passione del modellismo. Costruisce velieri d’epoca in scala e sogna di realizzare un film che racconti come sono andate realmente le cose in quegli anni di paura.

Oggi, però, la su vera passione sono gli antichi vascelli in miniatura che lui pazientemente costruisce assemblando migliaia di pezzettini di legno e intrecciando metri e metri di fili che come ordinate ragnatele, si districano tra gli alberi delle navi e che meglio non potrebbero rappresentare la sua travagliata vita.

 

CLICCA QUI PER PROSEGUIRE LA LETTURA SU FACCEDIVITA.IT

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright