Indiscreto – Due uomini per un seggio. Indovina chi c’era a cena.

Indiscreto. Notizie varie ed avariate dal mondo di quelli che... pesano. Indovina chi c'era a cena alla Trattoria? Niente posto in prima fila per Quadrini. Chi resta a piedi per il Senato? La cena Pasquale senza Michele.

ENERGIE PER ALESSIA

Cosa ci faceva a cena l’altra sera al ristorante La Trattoria di fronte al casello di Frosinone il cavillosissimo ex assessore regionale Donato Robilotta? Seduti a tavola con lui c’erano il sindaco di Torrice Alessia Savo, l’ex sindaco di Roccasecca Antonio Abbate, l’architetto Vincenzo Pessia, Massimiliano Napoletano figlio del celebre cardiologo frusinate. Assente giustificato Gabriele Picano per un imprevisto accaduto all’ultimo momento.

A tavola Donato Robilotta ha parlato della Quarta Gamba per l’alleanza di centrodestra e in particolare di Energie per l’Italia: la formazione creata dal già candidato sindaco di Milano Stefano Parisi.

 

Alessia Savo nei giorni scorsi è stata oggetto delle attenzioni di Alfredo Pallone che a sua volta l’ha invitata. Proponendo un menù politico leggermente diverso da quello illustrato da Robilotta.

Chi dei due darà un dispiacere all’altro? O la sindaca manderà politicamente in bianco tutti e due?

 

 

CHI HA DISEGNATO IL TABLEAU?

Chi ha assegnato i posti a sedere nel Salone dei Ricevimenti presso il Palazzo della Fonte questa sera a Fiuggi durante l’iniziativa del presidente del parlamento UE Antonio Tajani?

In prima fila, al centro, troneggiava Mario Abbruzzese. Ai suoi lati, il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani (leggi qui Tajani – Abbruzzese – Ottaviani: non è detto che sia un terno al lotto), l’imprenditore Silvio Ferraguti ed il coordinatore provinciale Pasquale Ciacciarelli. Niente posto in prima fila per Gianluca Quadrini, collocato in seconda linea ma in mezzo a due signore vestite di rosso che hanno creato una sorta di effetto evidenziatore per l’eroico capogruppo in Provincia.

Solo terza fila per il consigliere comunale e provinciale Danilo Magliocchetti. Peggio è andata ad Antonello Iannarilli. Il presidente del consiglio comunale di Frosinone Adriano Piacentini è stato lasciato in piedi.

 

 

DUE UOMINI PER UN SEGGIO

Entrambi sono convinti che il posto sia stato assegnato a loro. Ma non vogliono che si sappia. Silvio Ferraguti è certo che verrà candidato al Senato nel collegio Uninominale di Frosinone: quello dove si va al corpo a corpo con gli avversari e viene eletto chi prende anche un solo voto in più. La stessa certezza ce l’ha Gianluca Quadrini.

Chi dei due resterà a bocca asciutta? Forse entrambi: a Roma hanno un sondaggio dal quale risulta che candidare una persona del posto oppure una di fuori sposta meno di un punto percentuale. Praticamente ininfluente.

 

LA CENA PASQUALE

Il bell’assessore comunale Pasquale Cirillo, detto dai maligni ‘il genero di buone famiglie’, ha organizzato una cena politica ieri sera al Pepe Nero di Frosinone. Ha riunito tutti i quadri provinciali che hanno lasciato Alternativa Popolare per seguire Maurizio Lupi  ed ha tirato le fila. Ha tracciato la rotta politica e pesato le reali possibilità legate alle prossime elezioni. Brindisi finale con panettone e  spumante.

Assente solo il fu presidente provinciale Michele Nardone. Era impegnato? O non è stato proprio invitato? Qualcuno sostiene che, avendo rassegnato le dimissioni nelle mani di Lupi e non del coordinatore regionale Alfredo Pallone, stiano ancora aspettando che vengano respinte. Nel frattempo lo hanno cancellato dalla chat di Whatsapp della Direzione Provinciale.

 

 

 

 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright