Indiscreto – Riccardo si fa alternativo, l’alternativa di Marco, tanto fumo in Provincia

Indiscreto - Notizie varie ed avariate dal mondo di quelli che... pesano. Riccardo si fa alternativo, l'alternativa di Marco, tanto fumo in Provincia... e poco vapore, Trento si fa Provincia, Marcello rompe la dieta e...

RICCARDO SI FA ALTERNATIVO

La svolta arpinate di Noi con Salvini  non piace per niente all’ex potentissimo sindaco di Pontecorvo Riccardo Roscia, recentemente destituito e messo fuori dall’aula consiliare per incompatibilità sopraggiunta. A questa si aggiunge l’incompatibilità insanabile con il nuovo segretario politico provinciale Fabio Forte: i numeri, impietosi, dicono che fu proprio Roscia a bruciargli l’elezione in Regione Lazio cinque anni fa dirottando sull’avversario Marino Fardelli un pacchetto dei suoi voti. Quel pacchetto di preferenze personali ora scalpita: che fare alle prossime elezioni? Riccardo Roscia vuole conquistare la Regione: magari proprio a spese di Fabio Forte. Per questo scende dalla ruspa di Matteo Salvini e bussa all’aeroporto di Alfredo Pallone. In mattinata ha avuto un lungo e fitto colloquio con il presidente provinciale di Alternativa Popolare Michele Nardone: farà il check in?

 

L’ALTERNATIVA DI MARCO

Marco Colucci, già sindaco f.f. di Ceprano durante la detenzione del sindaco titolare Gianni Sorge, rimane dirigente di Alternativa Popolare ma si crea l’associazione Politica Culturale. Si chiamerà  Uniti per Ceprano. Sembra quasi il nome di una lista politica.

A scorrere i nomi dei fondatori si scoprono le generalità del munifico imprenditore Giorgio Fraschetti, del presidente del Consiglio Comunale dei Giovani Matteo Imperioli, del già candidato consigliere comunale Dino Maini (con Paolo Castaldi) e della dirigente di Forza Italia Giovani Laura Polisena.

Ma vuoi vedere che questa cosa diventa una lista e Marco Colucci si candida a sindaco di Ceprano? Noi ve l’abbiamo detto.

 

 MARCELLO A DIETA

Marcello Pigliacelli rompe la dieta ferrea che gli è stata imposta dai medici dopo il breve interventino cui è stato sottoposto. Il vulcanico presidente della Camera di Commercio di Frosinone, trascorsa una settimana a brodini, pasta in bianco ed insalate, ora è a pranzo ad Alatri con un noto imprenditore – presidente, molto attivo negli ultimi mesi. Menù leggero (quello al piatto) molto speziato quello politico.

L’AMICO DI ALDO

Il potentissimo Aldo Mattia da Frosinone continua a piazzare i suoi uomini nei posti chiave di Coldiretti. Ha scelto il nuovo direttore della strategica federazione di Roma Capitale: Giuseppe Casu. È una sua creatura politica: Mattia gli aveva affidato la Coldiretti di Oristano negli anni in cui era direttore regionale della Sardegna, prelevandolo dalla sede di Sassari. Oristano è la delicatissima piazza nella quale, ancora oggi, mattia è delegato Confederale. Casu subentra a Roberto Scanu, che sarà destinato ad altro incarico.

 

PROVINCIA: TANTO FUMO E POCO VAPORE

Il segretario generale della Provincia di Frosinone Fabio Martino Battista, nostro affezionato lettore, sta provando a smettere di fumare. È passato alla sigaretta elettronica.  Adesso lascia aromatiche nuvolette di vapore nella sua stanza mentre fissa il monitor con i nostri aggiornamenti.

 

TRENTO SI FA PROVINCIA

E Trento si fa Provincia: non in senso geografico. Gianluca Trento, già direttore del quotidiano Ciociaria Oggi, passa al quotidiano La Provincia. Assumerà il ruolo di direttore editoriale affiancando nel piano di sviluppo della testata il direttore responsabile Dario Facci. Trento era stato uno dei quattro protagonisti del piano di salvataggio che evitò il fallimento di Ciociaria Oggi, traghettandola verso l’attuale pole position nelle vendite in edicola in provincia di Frosinone. Posizione che dalla prossima settimana Trento tenterà di conquistare con La Provincia.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright