Peppino – Marino, il matrimonio a rischio tradimento sull’altare

Rita Cacciami

Vice direttore L'Inchiesta Quotidiano

 

Rita Cacciami di RITA CACCIAMI

Vice direttore de L’inchiesta Quotidiano

 

Enzo Miccio, longilineo “modista” con giacche a quadri e pantaloni a righe, sarà oggi a Cassino. Ufficialmente per un lancio pubblicitario. Ma non si esclude che il celebre wedding planner tv con una certa puzza sotto il naso venga intercettato. Da una nota coppia di freschi sposi, per ora solo promessi.

Le nozze, programmate in tutta fretta come si usa adesso (non più di sei mesi tra inviti sacri e profani), sono previste a giugno. Nell’attesa, impazza in città il toto cerimonia.

Ci si chiede se sceglieranno la parrocchia in centro per essere ammirati e invidiati anche dai pedoni di passaggio. O non preferiranno, da veri figli di papà, quella cappellina di campagna modesta e chic. Per le bomboniere, nessun dubbio. L’equo e solidale accontenta anche i più esigenti e ai benestanti offre l’alibi del filantropo senza eccessi.

All’incasso, invece, si passa attraverso l’agenzia di viaggi. Lì, per il tour nuziale da mille e una notte di melassa puoi lasciare anche un piccolo obolo che finisce nel trolley calderone. E tanti saluti.

Passiamo al rito sacro. Qui potremmo vederne delle belle, come già capitato nei mesi addietro. Vanno di moda le nozze a tema. E si scatenano le ambientazioni. C’è chi trasforma la navata in una maxi voliera e mentre si pronuncia il fatidico sì i cardellini cinguettano senza sosta. Per chi preferisce l’aria mesta, tipica dei crepuscolari inglesi, la scelta cade sulle candele. A diverse altezze, accese al tramonto lungo tutto il percorso. Tanto per richiamare l’amore eterno dell’aldilà. Per i più romantici, ecco un enorme cuore allestito sul sagrato. E’ lì che lo sposo attende, picchiettando nervosamente la scarpa lucida sul pavimento. Varcarlo insieme è doveroso.

Gli ospiti facciano un po’ come vogliano. Intanto, un coro gospel da 500 euro cash, con i cantori vestiti a festa come usa negli States, fa dondolare le sottane accanto all’altare. Gli ospiti, del resto, sono davvero molto variopinti. Arrivano da ogni dove e molti non sapevano nemmeno che un giorno questo matrimonio sarebbe diventato realtà.

L’amore, una volta cieco, adesso ci vede benissimo come la cattiva sorte. E punta al sodo. O al soldo, in molti casi. La fedeltà? Su quella non garantisce nessuno già nei talami ordinari. Figuriamoci in questo. Non è mica raro il caso di tradimento con il testimone-amico d’infanzia. E nello stesso giorno in cui il reverendo chiedeva: vuoi tu Peppino prendere come compagno di viaggio il qui presente Marino?

 

COMPRA IN EDICOLA UNA COPIA DE L’INCHIESTA

logo_inchiesta

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright