Leonesse e leoni, il calcio a Frosinone si tinge di rosa

Domenica a Nettuno l'esordio delle "leonesse" di Daniela Tanzi nel massimo campionato regionale. La società giallazzurra cavalca l'onda dei successi della nazionale di Milena Bertolini. Il progetto rosa, partito già da qualche anno, La Ciociaria pronta a sfornare una nuova Tatiana Zorri.

Alessandro Salines

Lo sport come passione

Stavolta non rischiano di trovare lo stadio chiuso e sbarrato come accadde negli anni ’90 alle loro antesignane vittime di pregiudizi, disinteresse e sessismo. Stavolta avranno un bel campo dove giocare e nessuno impedirà loro di sognare correndo dietro ad un pallone.

CValentina Giacinti © EPA/TOLGA BOZOGLU

Il calcio femminile è ormai esploso in Italia grazie anche ai successi delle azzurre di Milena Bartolini e il Frosinone non è rimasto a guardare. D’altronde il club giallazzurro è sempre stato al passo con i tempi mettendo sul tavolo idee e iniziative di ampio respiro. E così nasce il progetto-calcio femminile, partito già da qualche anno con l’academy e le giovanili che hanno avvicinato decine di bambine e ragazze ciociare al calcio.

Un progetto serio, mirato, senza voli pindarici come la dirigenza del presidente Maurizio Stirpe ha abituato da oltre tre lustri a questa parte. Un progetto che domenica raggiungerà una tappa fondamentale.

Le “leonesse” debutteranno nel campionato d’Eccellenza, massimo torneo senior regionale. L’appuntamento storico è fissato  a Nettuno al “Filiberto De Franceschi” quando il Frosinone alle 16.30 sfiderà la Lazio.

La squadra e il campionato

L’allenatore delle ‘leonesse’, Daniela Tanzi

Il Frosinone rosa è allenato dalla frusinate Daniela Tanzi, ex giocatrice e da alcuni anni tecnico molto preparato. Una “pioniera” del calcio femminile in provincia che ha sposato il progetto del club canarino e lo sta portando avanti con grande professionalità. Tra l’altro è la sorella di Giancarlo, apprezzato tecnico, dirigente sportivo e giornalista, deceduto purtroppo qualche anno fa. 

Il gruppo è molto giovane ed è composto da diverse “millennials”. Non manca qualche elemento navigato come il difensore Maria Letizia Nobili, i centrocampisti Felisia Olivieri e Irene Annarelli e gli attaccanti Veronica Fiorini e Francesca Tarquinio. L’obiettivo è ovviamente fare bella figura e aumentare il bagaglio di esperienza. La formazione giallazzurra giocherà le gare interne in città nel “Campo dei Leoni” di Corso Lazio (esordio domenica 27 alle 11 contro il Nuovo Latina Isonzo) e ciò permetterà a tanti frusinati di avvicinarsi al calcio femminile. Gli allenamenti invece si svolgono a Ripi.  

Il Frosinone è inserito nel girone B. Tra le nove avversarie anche due squadre ciociare, il Real Cassino Colosseo e la Vis Sora. Le altre contendenti sono l’Asd Esercito Aprilia, la Fortitudo Academy Velitrum, la Lazio, il Nuovo Latina Isonzo, lo Sporting Latina, la Viterbese e la Woman Atletico Lodigiani.    

Calcio femminile, l’esultanza delle azzurre

Il settore femminile, coordinato dalla giovane  dirigente Claudia Di Sora, schiera pure tre squadre giovanili. L’Under 17 e 15 parteciperanno ai rispettivi campionati nazionali e si confronteranno con formazioni di Abruzzo, Marche, Emilia Romagna, Umbria, Sardegna e Lazio. Poi ci sono le più piccole dell’Under 12. Un settore dunque in forte crescita e che punta ad affermarsi.

Nel segno di Zorri

Tatiana Zorri è nata ad Isola del Liri

Il calcio femminile in provincia comunque non nasce oggi. Le prime squadre già negli anni ’90 a Frosinone, a Sora e Cassino. Il movimento però non ha mai avuto grande slancio. Più fermento si è avuto nel calcio a 5 con il Ferentino che ha militato persino in serie A. La speranza è che la presenza di una società professionistica come il Frosinone possa fare da traino anche per gli altri club. 

Tra l’altro la Ciociaria, e in particolare Isola del Liri, ha dato i natali ad una delle giocatrici italiane più importanti. Stiamo parlando di Tatiana Zorri che con le sue 155 presenze in nazionale è la seconda azzurra di sempre dietro a Patrizia Panico (204 i suoi gettoni). Ex centrocampista offensivo di Lazio, Torino, Tavagnacco, Verona e Luserna, Tatiana ha iniziato nelle squadre miste di Sora e Frosinone. Ha esordito con l’Italia appena quindicenne. Quasi un record. Oggi allena la Primavera del Torino e a quasi 42 anni continua a divertirsi nel calcio a 5 con la squadra dei Bassotti. E chissà se la Ciociaria non sia pronta a sfornare una nuova Tatiana Zorri.                   

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright