Podio e contropodio. Frosinone – Empoli 0-2

Frosinone-Empoli 2020-2021 Foto © Mario Salati
Foto © Mario Salati

Podio e contropodio di Frosinone-Empoli 0-2. Gli episodi chiave ed i protagonisti in positivo ed in negativo nella gara.

Alessandro Salines
Alessandro Salines

Lo sport come passione

Podio e contropodio di Frosinone-Empoli 0-2. Gli episodi chiave ed i protagonisti, in positivo ed in negativo, nella gara.

PODIO

Novakovich

Un precampionato con tanti problemi fisici per il centravanti statunitense. Tanto che la sua presenza è stata in dubbio fino all’immediata vigilia della partita. Comincia infatti in panchina. Nella ripresa entra dopo 24’ ed il Frosinone diventa molto pericoloso. I due centrali toscani Romagnoli e Nicolau vanno spesso in affanno per contenerlo.

Purtroppo evidenzia i soliti limiti sotto porta, fallendo almeno 3 nitide palle gol. Se fosse più concreto ne vedremo delle belle. Da questo punto di vista deve ancora migliorare. Si conferma comunque un elemento fondamentale nell’economia della formazione di Nesta.

Kastanos

È l’unico acquisto finora del Frosinone. Il tecnico Alessandro Nesta lo spedisce subito in campo. Il centrocampista cipriota giostra da interno sinistro. Parte nel peggiore dei modi perdendo un pallone sanguinoso vicino la propria area. Dagli sviluppi dell’azione avversaria nasce il gol del vantaggio empolese.

Poi però si riscatta almeno in parte. Colpisce un palo con un gran sinistro dalla distanza, regala sostanza alla mediana giallazzurra e nella ripresa per due volte Brignoli gli nega la gioia del gol. Uno degli ultimi ad arrendersi. Al netto dell’errore in apertura, sufficiente l’esordio dell’ex Pescara. Un giocatore che tornerà utile alla squadra canarina anche se avrà bisogno di un normale periodo di ambientamento.

Beghetto

Vince il ballottaggio con D’Elia sulla fascia sinistra. E così il suo campionato inizia da titolare. Risponde presente con una prova gagliarda. Alla Beghetto. Spinge parecchio andando spesso al cross. Nel primo tempo in verità non è molto preciso.

Meglio, molto meglio nella ripresa, quando scarica diversi palloni interessanti nell’area avversaria che dovevano essere sfruttati meglio dai propri compagni. Potrebbe anche segnare ma il suo tiro viene deviato in rete da Ardemagni in fuorigioco. Chissà se quel pallone non sarebbe entrato lo stesso? (Leggi qui Empoli cinico, Frosinone sprecone: la prima è 0-2).

Frosinone-Empoli. Dionisi in azione. Foto © Mario Salati

CONTROPODIO

Ardemagni

Con Novakovich a mezzo servizio, tocca al centravanti lombardo fare coppia con Ciano in questa prima gara. Ancora una volta non convince malgrado l’impegno non manchi. Nel primo tempo finisce nella morsa dei due centrali avversari Nicolau-Romagnoli che non gli concedono quasi nulla.

In verità nel finale una chance arriva ma non è lesto nella deviazione sul cross velenoso di Ciano. Meglio nella ripresa. Prima segna ma il gol viene annullato per fuorigioco. Subito dopo si esibisce in una bella rovesciata che termina a lato. Al 24’ viene sostituito.

Il vero Ardemagni a Frosinone non si è mai visto.

Szyminski

Nesta lo preferisce a Krajnc al centro di trattative di mercato (lo vuole il Fortuna Dusseldorf). Il difensore polacco mostra più di qualche incertezza. Alterna buone cose ad altre negative. E l’intesa con gli altri compagni di reparto è da affinare.

La combina grossa nella ripresa quando si fa nettamente anticipare da La Mantia che firma la rete dello 0-2. Un errore grave anche se non bisogna dimenticare i meriti dell’attaccante empolese bravo a prendergli il tempo ed ad impattare il pallone nel migliore dei modi. 

Ciano

È stato il trascinatore del Frosinone nei playoff con due gol ed un assist. La punta di diamante della squadra di Nesta, uomo-mercato. E quindi ci si aspettava di più in questo debutto.

Solo qualche giocata per un elemento che ha abituato bene i tifosi giallazzurri. Inizia da seconda punta accanto ad Ardemagni. Svaria molto ma senza incidere più di tanto. Nel finale di primo tempo mette un pallone al cianuro nell’area piccola che poteva essere sfruttato meglio da Ardemagni. Anche nella ripresa non lascia il segno. Batte una punizione dalla sua “mattonella” però la sfera cozza contro la barriera. Finisce da trequartista quando Nesta cambia modulo. 

Frosinone-Empoli. Ardemagni. Foto © Mario Salati