Il PaGGellone * Carpi-Frosinone (di G. Giuliani)

Il paGGellone giallazzurro * I soliti rimpianti a tinte giallazzurre. Bene D. Ciofani, Crivello e Brighenti: ma a questa squadra manca sempre un soldo per fare una lira.

Giovanni Giuliani

Giornalista malato di calcio e di storie

I soliti rimpianti a tinte giallazzurre. Bene D. Ciofani, Crivello e Brighenti: ma a questa squadra manca sempre un soldo per fare una lira.

 

BARDI  6

Inoperoso praticamente per tutta la gara fino al 37′ della ripresa,da questo, si capisce bene perché il Carpi sia il peggior attacco del campionato. Poi subisce il bel gol di Mbakogu su cui lui nulla può. Peccato.

 

TERRANOVA S.V

La sua gara dura solamente 17 minuti. Troppo poco per dare un giudizio al difensore siciliano che, comunque, aveva ben approcciato il match.

(Dal 17esimo p.t.) KRAJNC 5,5 E’ chiamato ad entrare a freddo e all’inizio sembra non risentirne: nel finale però appare troppo timido, soprattutto quando permette a Nzola di fare ciò che vuole servendo Mbakogu per l’amaro 1-1.

 

ARIAUDO 6

Prestazione pulita la sua. Per quasi 85 minuti concede, insieme ai compagni, praticamente nulla ai compagni. Poi anche lui viene beffato da Mbakogu il cui tiro gli sibila vicino ed entra dentro.

 

BRIGHENTI 6,5

Difensore tuttofare, centrocampista aggiunto. Brighenti è senz’altro il migliore dei suoi: lì dietro per l’ordine nelle chiusure, negli anticipi ed anche per come si propone in avanti dando manforte a Ciofani in fascia.

 

M. CIOFANI 5,5

Fa il suo, spingendo poco a dire la verità. Non incide però mai in una gara che col passare dei minuti si fa sempre, incredibilmente, più complicata.

 

MAIELLO 6,5

Non è al meglio, ma non lo dà a vedere. Lì in mediana, comunque, gioca parecchi palloni. Certo sabato la sua era stata un’altra partita, ma sul campo di battaglia del “Cabassi” esce sempre a testa alta.

 

GORI 5,5

Recuperato in extremis cosi come il compagno di reparto alterna cose buone a pecche. Non è il solito Gori che avevamo visto nelle uscite precedenti, forse quel dolore alla caviglia lo condiziona e non poco.

 

CRIVELLO 6,5

Ormai non è più una sorpresa: quando viene chiamato in causa risponde presente: diligente, anche di più, in difesa. Propositivo e molto in fase offensiva, si permette anche il lusso di un tunnel da applausi su un avversario.

 

SODDIMO 6

Prova a darsi da fare. E’ il più pericoloso nell’arco del primo tempo e da un suo cross scaturisce il gol di Ciofani. Forse viaggia un po’ a sprazzi.

(Dal 37esimo s.t) CIANO s.v. In otto minuti gli capita un solo pallone da buttare dentro, quel tiro alle stelle allo scadere. Come abbiamo già spiegato nel nostro pezzo di cronaca, è specchio di una giornata che alla fine si rivela grigia per i giallazzurri

 

D. CIOFANI 6,5

Gol a parte, il sesto in stagione, è la solita gara tutta sostanza: come si suol dire fa reparto da solo, combatte, lotta e la mette dentro. Ad un centravanti questo si chiede e lui risponde presente, come sempre.

 

DIONISI 5,5

la sua gara viene ricordata per la “sbracciata” ricevuta da Sabbione e per pochi altri spunti: se sabato scorso in 20 minuti aveva fatto vedere tutta la sua classe, oggi in più di 80 non è sembrato lo stesso di sette giorni fa.

(Dal 37esimo s.t.) CITRO s.v.

 

ALL LONGO 5,5

E’ vero che il suo Frosinone è arrivato ad undici risultati utili di fila ma la gara del “Cabassi”, per come si era messa e per aver giocato un’ora con un uomo in più, era una gara da vincere. Il pari sa tanto di un altra occasione persa con l’augurio che non rimetta in discussione quelle certezze di un gruppo che sembravano di colpo ritrovate. Forse anche lui poteva osare qualcosa in più per chiudere la partita, o quantomeno evitare che il Carpi potesse avere la forza di cercare il pari.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright