Il PaGGellone di Cittadella-Frosinone: difesa perfetta, Ciano tuttofare, Dionisi “amico” di Alfonso

Foto: copyright Frosinone Calcio

Il Frosinone controlla la partita contro il Cittadella: sessanta minuti di carattere e supremazia. Ancora di più quando i padroni di casa tentano la rimonta. Il risveglio dei bomber

Fabio Cortina

Alto, biondo, robusto, sOgni particolari: molti

BARDI 7,5 E’ il portiere più forte della serie B e forse tra i primi dieci in Italia e anche stasera l’ha dimostrato. Impeccabile nei suoi interventi e senza colpe sul gol subito. 

BRIGHENTI 6,5 Dei tre difensori è quello che si alza di più in pressione, a volte rischiando anche l’anticipo, ma non sbagliando quasi mai.

ARIAUDO 7 Mezzo voto in più rispetto agli altri della difesa perché lui è quello che guida e conduce il reparto. E lo fa divinamente.

TERRANOVA 6,5 Non concede neanche mezza occasione a chi gli si fa incontro, è granitico e sempre lucido. Se avesse fatto gol a fine primo tempo sarebbe stato perfetto.

M.CIOFANI 6,5 Meno intraprendente della gara in casa con la Pro Vercelli, ma c’era da aspettarselo vista la differenza di partita. Fatto sta che in copertura non sbaglia davvero niente.

MAIELLO 7 E’ in crescendo da settimane e pare essere davvero in stato di grazia. Contrasta, recupera palla, costruisce gioco ed illumina il centrocampo. Padrone della mediana.

CHIBSAH 6,5 Corre come un ossesso, prende botte e ne da tante. Riconosce i suoi limiti e non si spinge oltre il dovuto. Ecco a voi, Raman Chibsah.

BEGHETTO 7 Corsa e qualità tecniche infinite. Esce anche dalle situazioni più scabrose con la pulizia e l’eleganza di un piccolo Lord. In Serie B, Andrea Beghetto, è di passaggio.

CIANO 7,5 Un gol e un assist, tanto per cominciare. Perché la gara di Camillo Ciano è il mix perfetto tra qualità e quantità. Interpreta il ruolo di rifinitore, tornante, mediano e punta con la stessa disinvoltura.

D.CIOFANI 7 Non ci sono più parole per descriverlo. Si improvvisa giocatore di fascia ripiegando a pochi centimetri dal fratello. In area è il solito, fantastico stoccatore e con la testa fa ciò che vuole, liberando sempre i compagni.

DIONISI 6 O tra lui ed Alfonso c’è un’amicizia storica, tale da non permettere di dargli un dispiacere, o per lui era semplicemente una serata no sotto porta. Poteva essere un 7 pieno, ma lui su tre occasioni una di solito la infila.

LONGO 7,5 Non molla il trequartista e fa bene, perché quei tre lì davanti li ha motivati a sacrificarsi fino all’estremo. Poi passa al 3-5-2 e riesce a portare a casa la pelle senza troppi patemi d’animo. La sciarpa giallazzurra è un tocco in più.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright