Cojocaru, un portiere da… Champions per il Frosinone

Giovanni Lanzi

Se lo chiamano 'Il Maestro' non è un caso

 

di GIOVANNI LANZI
Giornalista temporaneamente senza carta

 

 

CALCIOMERCATO /Classe ’95 era stato cercato già dal club canarino in estate dopo la partita contro il Manchester City
Cojocaru, un portiere da… Champions per il Frosinone
E’ tesserato con il Crotone ma da due giorni si allena con la squadra di Marino a Ferentino

 

 

Bardi è la certezza proiettata verso l’alto ed una carriera assicurata ma è pur sempre di proprietà dell’Inter, Zappino è la chioccia destinata ad una carriera di preparatore appena appenderà gli scarpini, il Frosinone nel frattempo guarda al futuro e tra i pali dirotta con decisione – come riportato in mattinata dal sito specializzato alfredopedulla.com – sull’estremo difensore della Steaua di Bucarest in prestito al Crotone, Valentin Alexandro Cojocaru, classe ’95, 195 centimetri di altezza.

 

Il ragazzo si sta allenando già da due giorni con il gruppo di Marino e complice anche la barriera che si alza sugli allenamenti dei canarini la sua presenza è passata di nascosto. Per lui si attendono i documenti per il prestito fino al 30 giugno prossimo. Il ragazzo è stato seguito in gran silenzio dal ds giallazzurro Marco Giannitti che aveva adocchiato anche Falcone della Samp in prestito al Livorno. Optando però per la maggiore esperienza anche in campo internazionale del rumeno.

 

In estate Cojoranu quando arrivò al Crotone pensava di dover essere la riserva di Cordaz, poi arrivò anche Festa e lui scivolò nel ruolo di terzo. La decisione di andar via di Crotone l’aveva maturata dopo appena due mesi ma un trasferimento in Italia sarebbe stato impossibile. L’accelerazione c’è stata dopo la partita con la Lazio alla ripresa della serie A, due domeniche fa. Lui voleva il Frosinone perché era stato proprio il club canarino a cercarlo con insistenza ma poi le circostanze lo avevano portato in una rosa di serie A. Di fronte a quelle incertezze che stava vivendo con il club pitagorico, anche in relazione ad una situazione di classifica da pre-retrocessione, il ragazzo sapeva benissimo che tornare in Romania l’avrebbe data vinta a chi non aveva creduto in lui.

 

Cojocaru è pur sempre titolare dell’Under 21 rumena ma fu anche protagonista con la Steaua in una gara di ritorno della qualificazione alla Champions contro il Manchester City, persa in casa dei Cytizen di Pep Guardiola 1-0 dopo che gli inglesi avevano vinto l’andata 5-0. Il tecnico rumeno Reghecampf il 24 agosto scorso scelse di lanciare Cojocaru dopo i 5 gol incassati dal primo portiere Nita e il gigante rumeno se la cavò egregiamente.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright