Il Frosinone in avanti, la Cremonese lo riprende: è 1-1

Tutto nella ripresa: dopo il gol fallito da Haas arriva il vantaggio giallazzurro firmato da Dionisi dopo un'azione da manuale partita dai piedi dello svizzero e proseguita per Beghetto che serve l'attaccante. Il pari dei grigiorossi arriva al 39' con il colpo di testa di Palombi. Al 3' di recupero annullata la rete di Valzania per evidente fuorigioco

Giovanni Lanzi

Se lo chiamano 'Il Maestro' non è un caso

CREMONESE (3-5-2):  Ravaglia; Caracciolo, Bianchetti, Ravanelli; Mogos, Kingsley (35’ st Palombi), Castagnetti, Valzania, Migliore; Soddimo (41’ st Deli), Ceravolo (20’ st Ciofani).

A disposizione: De Bono, Volpe, Claiton, Gustafson, Boultam, Zortea, Terranova, Renzetti.

Allenatore: Baroni.

FROSINONE (3-5-2): Bardi; Brighenti, Ariaudo, Capuano; Zampano, Rohden (39’ st Maiello), Gori, Haas, Beghetto; Ciano, Dionisi (34’ st Novakovich).

A disposizione: Iacobucci, Bastianello, Krajnc, Szyminski, Salvi, Eguelfi, Tribuzzi, Vitale, Citro, Matarese.

Allenatore: Nesta.

Arbitro: sig. Davide Ghersinidella sezione di Genova; assistenti sigg Edoardo Raspollini di Livorno e Riccardo Annaloro di Collegno; Quarto Uomo sig. Daniel Amabile di Vicenza.

Marcatori: 27’ st Dionisi, 39’ st Palombi,

Note: spettatori paganti 1.715, abbonati 4.421 per un totale di 6.136 spettatori; incasso di euro 18.096, quota abbonati euro 27.892 per un totale di euro 45.988: 7.000 circa; angoli: 9-0 per la Cremonese; ammoniti: 20’ st Zampano; recuperi: 5’ st.

Il Frosinone accarezza la vittoria per 12’, dal 27’ al 39’ della ripresa. Alla fine di una gara che non ha risparmiato alti livelli di agonismo, i gol di Dionisi e Palombi fissano l’1-1 finale col brivido perché al 4’ di recupero Valzania realizza il 2-1 ma sulla rete ci sono due grigiorossi in evidente posizione di fuorigioco. E Ghersini annulla dietro segnalazione del suo assistente. Per la squadra di Nesta un altro passo in avanti al cospetto della Cremonese infarcita di ex.

ASSETTI SPECULARI

Cremonese-Frosinone

Nella Cremonese dell’ex Baroni non c’è il portiere Agazzi per un risentimento accusato nella rifinitura. Al suo posto Ravaglia. Per il resto, formazione annunciata e 3-5-2 confermato da Baroni. Nella difesa a tre Bianchetti è il centrale, Antonio Caracciolo e Ravanelli completano il reparto. Sulla corsia di destra il rumeno Mogos, a sinistra Migliore. In mezzo al campo il regista è Castagnetti, Valzania e Kingsley gli intermedi, quindi Soddimo alle spalle di Ceravolo. Due ex in campo mentre gli altri due, Daniel Ciofani e Terranova, partono dalla panchina. Squalificato il centrocampista Arini.

Nel 3-5-2 di Nesta c’è la formazione del Frosinone ipotizzabile alla vigilia. Davanti a Bardi, Ariaudo al centro del pacchetto arretrato definito da Capuano sul centrosinistra e Brighenti sul centrodestra. Zampano e Beghetto sono i due cursori, il rientrante Gori è il mediano davanti alla difesa, Haas e Rohden gli stantuffi interni. Quindi l’accoppiata Dionisi-Ciano in avanti. In panchina Maiello, out Trotta ed ancora squalificato Paganini.

L’EX SODDIMO CERCA IL COLPO

Cremonese-Frosinone

Un minuto di gioco, spazio e palla buona per Valzania a sinistra ma il giocatore scuola Atalanta sbaglia il cross e per la difesa giallazzurra sfuma il pericolo. Ancora Cremonese, al 3’ Soddimo raccoglie da Kinsgley, stop di petto a tiro con il pallone che sfila largo due metri alla destra di Bardi. Una leggerezza di Capuano su un doppio dribbling su Kingsley nel tentativo di uscita libera Mogos in area ma la difesa canarina si salva in angolo. Brutto fallo di Antonio Caracciolo su Dionisi già a terra, per il direttore di gara è tutto regolare.

La Cremonese gioca sul fallo sistematico, stavolta è Soddimo ad entrare in gamba tesa su Brighenti, i due si chiariscono e il signor Ghersini non interviene. Al 9’ la Cremonese si riversa nella metà campo del Frosinone dopo un corner murato dalla difesa grigiorossa sul tiro di Brighenti, Soddimo in percussione centrale non vede il taglio di Ceravolo e prova la rasoiata, Bardi respinge e poi è Ariaudo a liberare.

Soddimo ancora tra i più pericolosi, 1’ dopo si fa trovare libero davanti a Bardi per il tap-in sul cross di Mogos ma Brighenti chiude con una diagonale perfetta.

È la Cremonese che cerca di dettare i tempi, il Frosinone ben raccolto sotto la linea della palla trova difficoltà però nella fase di impostazione del gioco ma anche nell’ultimo passaggio. Al 23’ ottimo l’anticipo di Brighenti su Valzania, palla nello spazio per Ciano che però sbaglia il controllo al limite e la potenziale occasione sfuma, con Dionisi largo a sinistra.

FIAMMATA DEL FROSINONE

Cremonese-Frosinone

Non è una bella partita tra due squadre che hanno evidentemente paura di perdere. Giallazzurri compassati, grigiorossi più dinamici ma senza sbocchi.

Al 27’ uno spazio centrale per Dionisi che sfrutta un rimpallo e affonda la calcata ma non guarda i compagni liberi ai lati e tenta la botta dai 30 metri che termina alle stelle. Alla mezzora Soddimo dalla trequarti vede la testa di Ceravolo, palla dentro e zuccata dell’ex parmense tra le braccia di Bardi.

In 30’ di gioco, due tiri senza grandi velleità nello specchio per la Cremonese e zero per il Frosinone. All’improvviso una fiammata del Frosinone: Ciano dal limite della propria area imbuca per Dionisi che si ‘sciroppa’ 60 metri di campo con tre difensori attorno e cerca l’incrocio alla sinistra di Ravaglia, palla di poco fuori. Sarebbe stato un eurogol.

Il Frosinone ci crede e 2’ dopo sfiora il vantaggio: Zampano a destra, Haas vede Ciano che di sinistro a giro impegna Ravaglia. Dall’altra parte è Mogos che spara dalla distanza, palla maligna, Bardi non si inginocchia ma è bravo a mettere le mani e smorzare la traiettoria del pallone che si ferma sulle gambe. Il tempo si chiude con un  mischione davanti a Bardi su azione d’angolo, la difesa giallazzurra tiene bene.

HAAS SPRECA, DIONISI NO

Cremonese-Frosinone

La Cremonese riparte a testa bassa ma l’occasionissima al 2’ capita sui piedi dello svizzero Haas, servito da Ciano, pallone di mezzo centimetro fuori sull’uscita di Ravaglia. Incredibile!

La Cremonese al 50’ si affida all’affondo di Bianchetti a sinistra, la difesa giallazzurra si chiude a testuggine davanti a Bardi. Ma per l’undici di Nesta restano evidenti le difficoltà a dare sostegno alla manovra offensiva dove Dionisi è regolarmente solo contro tutti. Nebulosa la presenza di Ciano che trova un paio di metri liberi e si fa notare all’8’, palla che Ravaglia addomestica bene a terra. Dionisi se ne va a Ravanelli che lo fine in gioco sul pallone che arriva dalle retrovia ma l’assistente di Ghersini sventola un fuorigioco molto dubbio.

Al quarto d’ora si accende anche Rohden che si infila in posizione centrale, Mogos deve spendere un fallo al limite e un cartellino giallo. Palla a Ciano, sinistro non irresistibile che Ravaglia tiene bene alla sua sinistra. La Cremonese ha abbassato sensibilmente il ritmo. E allora Baroni getta nella mischia Ciofani al posto di Ceravolo. Ma è Soddimo a sfiorare il vantaggio su azione da calcio d’angolo, l’ex giallazzurro tocca troppo libero a 4 metri dalla porta ma c’è la deviazione decisiva di Bardi in angolo.

Al 27’ azione di contropiede del Frosonone che in tre mosse passa dopo un grande break di Gori su Soddimo: palla portata avanti da Haas che si infila sempre nella zona di nessuno in mezzo al campo, si incrocia Beghetto che serve Dionisi al centro: tocco sull’uscita di Ravaglia e palla in fondo al sacco.

PARI DI PALOMBI

Cremonese-Frosinone

Nel Frosinone fuori Dionisi e dentro Novakovic, nella Cremonese esce Kingsley ed entra la punta Palombi. Un paio di calci d’angolo pericolosi per la Cremonese, bravo Bardi sul secondo a parare in due tempi sul colpo di testa di Ciofani che in precedenza di era fatto anticipare sulla prima traiettoria di Soddimo dalla bandierina.

Ma il pareggio della Cremonese è una doccia fredda per il Frosinone e arriva al 39’: cross dalla destra del solito Mogos senza pressione, arriva da dietro Palombi che prende il tempo a Zampano e infila imparabilmente Bardi. Palla scoperta, difesa troppo aperta. Dentro Maiello per Rodhen al 39’ e Deli per Soddimo al 41’. L’ultima occasione è per il Frosinone, punizione di Ciano, respinge la difesa, ci prova Gori ma la palla termina alta.

Al 49’ da azione d’angolo c’è la respinta della difesa nella tonnara davanti alla porta di Bardi, Valzania realizza e va ad esultare davanti alla propria panchina ma ci sono Deli e Bianchetti in fuorigioco e l’arbitro annulla dopo 30” e il consulto con il suo assistente. La partita termina là. Per il Frosinone sfuma la vittoria ma è il quarto risultato utile di fila. Meglio vedere il bicchiere mezzo pieno.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright