Tracollo Frosinone: la Cremonese cala il poker

Il passivo più pesante della gestione di mister Nesta allo 'Zini'. I grigiorossi chiudono i primi 45' sul 2-0. Nel secondo tempo nel giro di 5' tra il 7' e il 12' arriva l'uno-due al mento. In gol anche l'ex Ciofani.

Giovanni Lanzi
Giovanni Lanzi

Se lo chiamano 'Il Maestro' non è un caso

CREMONESE-FROSINONE 4-0 TABELLINI

CREMONESE (4-2-3-1): Carnesecchi; Zortea, Ravanelli, Bianchetti, Valeri; Gustafson, Castagnetti (8’ st Bartolomei); Baez (35’ st Pinato), Gaetano (18’ st Nardi), Bonaiuto (1’ st Strizzolo); Ciofani (18’ st Ceravolo).

A disposizione: Alfonso, Volpe, Fiordaliso, Colombo, Deli, Bartolomei,, Celar.

Allenatore: Pecchia.

FROSINONE (3-5-2): Bardi; Brighenti (8’ st Ciano), Ariaudo, Capuano; Salvi, Rodhen (8’ st Boloca), Maiello (25’ st Tribuzzi), Kastanos, Zampano (8’ st L. Vitale); Iemmello (35’ st Parzyszek), Novakovich.

A disposizione: Iacobucci, Vettorel, Curado, Gori, Carraro, Vitale M.,  Brignola.

Allenatore: Nesta.

Arbitro: Signor Antonio Rapuano della sezione di Rimini; assistenti Sigg. Oreste Muto della sezione di Torre Annunziata (Na) e Marco Trinchieri della sezione di Milano. Il Quarto Uomo designato è il signor Daniel Amabile della sezione di Vicenza.

Marcatore: 9’ e 42’ pt Bonaiuto, 7’ st Baez, 12’ st Ciofani.

Note: partita a porte chiuse; angoli: 6-2 per la Cremonese; ammoniti: 26’ pt Castagnetti, 31’ pt Brighenti, 45’ pt e 34’ st Valeri, 2’ st Rohden, 20’ e 43’ st Carnesecchi, 24’ st Ciano, 31’ st Ariaudo, 37’ st Kastanos; espulsi: 34’ st Valeri, 43’ st Carnesecchi; recuperi: 1’ pt;

Cremonese-Frosinone

Un supplizio senza soluzione di continuità allo ‘Zini’ di Cremona dove il Frosinone rimedia un passivo pesantissimo. Quattro a zero per i grigiorossi che nel primo tempo raccolgono due reti grazie anche al contributo giallazzurro e debbono ringraziare Carnesecchi e la traversa che dicono no ad Ariaudo e un salvataggio sulla linea di Valeri.

Nella ripresa però la squadra di Nesta si sfalda del tutto e incassa altri due gol, il quarto dell’ex Ciofani che non esulta. Nel dominio assoluto c’è anche da sottolineare che la squadra di Pecchia resta anche in 9 dopo il 4-0. Ma per il Frosinone è tempo di riflessioni.

Gli assetti

Cremonese con il 4-2-3-1 marchio di fabbrica dall’avvento di Pecchia. Davanti a Carnesecchi i centrali sono Bianchetti e Ravanelli, Zortea e Valeri sono i terzini. I due play sono Gustafson e Castagnetti, quindi nella batteria di trequartisti Gaetano è il centrale, Baez parta da destra e Bonaiuto da sinistra con Ciofani unica punta.

Il Frosinone in campo con il 3-5-2. Davanti a Bardi l’unica novità è rappresentata da Ariaudo per lo squalificato Szyminski al centro del pacchetto completato da Brighenti e Capuano. Sulle corsie Salvi e Zampano, regista basso è Maiello, Kastanos e Rohden mezze ali, Iemmello e Novakovich in attacco.

Padroni di casa in avanti

Cremonese-Frosinone

È subito partita viva. La Cremonese si affaccia nell’area giallazzurra e conquista un angolo, Rohden cerca Salvi in area lombarda e Valeri anticipa il tentativo del giallazzurro. Al 9’ Cremonese in vantaggio, pallone prolungato da Geatano per Bonaiuto che trova la deviazione di Brighenti a beffare Bardi imparabilmente per il vantaggio della squadra di Pecchia. Sospetta la posizione di partenza di Gaetano ma sull’ex perugino salta la marcatura che non era del centrale di destra giallazzurro ma probabilmente di Salvi che si era accentrato. Meccanismo difensivo sicuramente non sincronizzato.

C’è un fallo di Ciofani in mezzo al campo su Maiello, il centrocampista si rialza dolorante, l’arbitro sorvola ma il giallo per l’ex di turno ci stava tutto. Frosinone sfortunato, ad un passo dal pareggio al 17’: punizione calibrata di Maiello a cavalcare la difesa e colpo di testa a botta sicura di Ariaudo, miracolo di Carnesecchi in angolo. La reazione della squadra di Nesta c’è ma è importante dare continuità ad una manovra che mostra troppe pause.

Al 23’ ci prova Brighenti, rimpallo da biliardo e poi Carnesecchi va a parare nell’angoletto alla sua sinistra. Il Frosinone adesso fa possesso palla, la Cremonese gioca di rimessa grazie al vantaggio più fortuito che cercato. Arriva puntuale anche il primo giallo della gara, è per Castagnetti che entra sulle gambe di Rohden. La partita sale di tono sotto il profilo agonistico, il Frosinone stenta a creare pressione dentro l’area grigiorossa.

Alla mezz’ora Ciofani lancia il contropiede della Cremonese, ci pensa Zampano che aveva chiuso la diagonale ad evitare che un pallone pericoloso arrivasse dalle parti di Baez dopo una transizione da sinistra a destra. E per il fallo sull’ex di turno l’arbitro applica con eccessiva severità il regolamento, giallo per Brighenti che salterà la sfida con il Monza.

Traversa e raddoppio Cremonese

Cremonese-Frosinone

Frosinone sfortunato al 37’, prima la botta di Salvi deviata in angolo e poi la traversa colpita dal gran colpo di testa di Ariaudo sul corner pennellato da Maiello.

In area di rigore la Cremonese concede spazio, i giallazzurri dovrebbero cercare con più continuità linee di passaggio. Sale di tono nel finale di tempo la squadra di Nesta che conquista una punizione con Brighenti, sulla respinta della difesa c’è il tiro di Rohden, pallone fuori meno di un metro alla sinistra di Carnesecchi.

Nel finale di tempo Maiello perde un pallone letale in mezzo al campo, Castagnetti detta per Bonaiuto che aggira la difesa giallazzurra e batte Bardi per un 2-0 del tutto immeritato per i padroni di casa. Al termine di un primo tempo stregato, Valeri salva sulla linea un tocco di Novakovich sul quale non riesce ad intervenire Iemmello.

In 12′ gara finita: poker Cremonese

Il goal di Bonaiuto

Dentro Strizzolo al 1’ per il giocatore che per decide la gara, l’ex perugino Bonaiuto. E Rohden, ammonito, è il secondo giallazzurro che salterà il Monza martedi sera. Castagnetti commette un fallo da dietro su Novakovich, sarebbe secondo giallo ma non per il signor Rapuano.

Sulla ripartenza dell’azione, giallazzurri morbidi sull’out di sinistra ma è colpevole la totale assenza di copertura e così la Cremonese trova una prateria, Baez fa 50 metri di campo, salta Bardi e infila il 3-0. Frosinone annichilito, sfaldato.

Nesta manda nella mischia Ciano per Brighenti, Boloca per Rohden e L. Vitale per Zampano. Nella Cremonese entra Bartolomei per l’ammonito Castagnetti. Ma in campo il Frosinone si è sciolto, la partita sotto il sole di Cremona diventa un supplizio, Ciofani fa 4-0 in diagonale ma non esulta.

In campo non c’è più partita, il Frosinone abbozza un 4-2-3-1, speculare con quello della Cremonese. Fioccano gli ammoniti sul fronte giallazzurro, ben 4 ed è record negativo stagionale. Contropiede di Valeri a 11’ dal 90’, il terzino ex Cesena si allunga il pallone e poi frana addosso a Bardi: doppio giallo e rosso.

Incredibile ma vero, una squadra in vantaggio 4-0 resta in 10 uomini. E questo la dice lunga anche sull’impatto generale del Frosinone su questa partita stregata e disgraziata. Ammonito anche Kastanos nel finale, pure lui come Brighenti e Rohden salterà la partita col Monza. E arriva il rosso per Carnesecchi per frasi irriguardose nei confronti dell’assistente sull’occasione sprecata da Tribuzzi al 43’.

Il supplizio giallazzurro termina al 45’, non serve nessun recupero.