DiFra-out, via al casting: Vivarini ed Aquilani i primi nomi

Il Frosinone pronto a sostituire il tecnico abruzzese che vuole restare in Serie A (più Venezia che Empoli). Il club giallazzurro punta sull’ex allenatore del Catanzaro (c’è l’ostacolo dell’indennizzo al club calabrese) e sul giovane trainer romano in uscita dal Pisa. Brescianini: asta Fiorentina-Napoli-Atalanta

Alessandro Salines

Lo sport come passione

Sempre più lontano da Frosinone. Verso il Venezia americano e sullo sfondo il ritorno alle origini ad Empoli. Comunque sia Eusebio Di Francesco vuole restare in Serie A malgrado la proposta Di conferma del Frosinone. E così la società giallazzurra lavora al suo successore. Come anticipato le attenzioni sono finite su Vincenzo Vivarini, uno degli allenatori del momento grazie ad un biennio-super alla guida del Catanzaro. Ma Vivarini è ancora legato da un contratto con il club calabrese e non è facile liberarsi. Il Frosinone quindi si muove su più tavoli. E piace molto il giovane Alberto Aquilani che ha lasciato il Pisa e ha anche altre offerte.

Sono giorni decisivi per la panchina del Frosinone in attesa della conferenza stampa del presidente Maurizio Stirpe che lunedì 24 aprirà di fatto la nuova stagione. Giorni che sanciranno il definitivo addio di Di Francesco e quindi l’arrivo del nuovo allenatore. Molto probabilmente la situazione sarà chiara quando Stirpe si presenterà nella sala stampa dello stadio “Benito Stirpe”.

Di Francesco verso l’addio

Eusebio Di Francesco (Foto: Giuseppe Lami © ANSA)

Salvo colpi di scena il tecnico di Pescara è praticamente un ex giallazzurro. La voglia di Serie A ha prevalso sul desiderio di rivalsa a Frosinone dopo una stagione che ha avuto un epilogo amarissimo. Il tecnico comunque in Ciociaria si è rilanciato o quantomeno ha potuto dimostrare le sue qualità per l’intero campionato. Cosa che non gli capitava da diverse stagioni. Sembra un paradosso considerando la retrocessione ma la realtà dei fatti dice questo.

Ad oggi è più Venezia che Empoli. Secondo indiscrezioni, il club lagunare gli garantirebbe un biennale con ingaggio a salire (si parte da 750 mila euro) ed un progetto tecnico che prevede investimenti importanti come assicurato dalla proprietà statunitense sbarcata a Milano nei giorni scorsi. “Di Francesco? E’ un profilo che ci interessa”, ha detto il diesse Filippo Antonelli che segue pure Vivarini e Marco Zaffaroni. L’Empoli è la squadra dove Di Francesco ha esordito in Serie A da giocatore. Conosce l’ambiente ed il patron Fabrizio Corsi. Tuttavia la società toscana non potrebbe arrivare a certe cifre e sui programmi non ci sarebbe completa sintonia. Tanto che l’Empoli ora pensa a William Viali del Cosenza. Venerdì la decisione definitiva di Di Francesco.

Vivarini, Aquilani e gli altri

Vincenzo Vivarini

Il Frosinone vorrebbe affidare la panchina a Vivarini che ha lasciato il Catanzaro non senza strascichi. Ma il tecnico è legato al club calabrese disposto a liberarlo in caso di una proposta dalla Serie A. Mentre per la B c’è un indennizzo dai 300 ai 350 mila euro da versare ai calabresi. In pratica quanto l’ingaggio pattuito fino a giugno 2025. Un ostacolo non da poco. “Sono sereno, abbiamo già un piano B per cui stiamo valutando tutte le situazioni. Al momento l’allenatore è Vivarini e se ne riparlerà dopo che saranno chiariti nelle sedi opportune le posizioni della società e dell’allenatore”, ha detto il presidente del Catanzaro Floriano Noto.

Massimo Rastelli

Vivarini comunque è fermo sulla sua decisione di cambiare aria. “Con Noto abbiamo avuto un incontro cordiale in cui abbiamo espresso i nostri programmi e le nostre idee che purtroppo non coincidevano – le parole del tecnico riportate da La Nuova Calabria – Io amo Catanzaro e vi assicuro che non è una questione di soldi, ma solo di lavoro. Catanzaro, i suoi tifosi e la proprietà Noto rimarranno sempre nel mio cuore”. Il Frosinone proverà a trattare l’uscita ma non mancano le alternative. La prima è Alberto Aquilani che sembrava destinato alla Reggiana. L’ormai ex tecnico del Pisa invece si preso una pausa di riflessione per valutare la proposta del club giallazzurro e quella dello stesso Catanzaro. Nel casting figurano anche Fabio Cannavaro e nelle ultime ore è spuntato il nome di Massimo Rastelli ancora sotto contratto con l’Avellino.

Mercato, Borrelli ed Avella ai saluti

Marco Borrelli

Malgrado le schermaglie dei giorni scorsi, il Brescia alla fine ha riscattato l’attaccante Borrelli per 3,5 milioni. Con lui anche il portiere Avella. Per il Frosinone un tesoretto importante da reinvestire. E la prossima settimana potrebbe essere decisiva per l’affare-Brescianini. La Fiorentina, il Napoli e nelle ultime ore l’Atalanta sono in lizza per il centrocampista. La società giallazzurra chiede 12 milioni con il 50% che andrà al Milan.

Saranno giorni intensi per il direttore tecnico Guido Angelozzi ed il suo staff. Il fronte cessioni si prospetta molto caldo: capitan Mazzitelli interessa al Parma (dove è stato ufficializzato Valeri) ed al Palermo che strizza l’occhio anche a Caso, gradito al neo tecnico Alessio Dionisi