Empoli cinico, Frosinone sprecone: la prima è 0-2

Vince l'Empoli 2-0 grazie alle reti di Moreo al 5' del primo tempo e dell'ex La Mantia al 12' della ripresa. Per i giallazzurri un legno di Kastanos, il migliore tra i suoi. Palo anche per Stulac

Giovanni Lanzi
Giovanni Lanzi

Se lo chiamano 'Il Maestro' non è un caso

FROSINONE – EMPOLI 0-2 IL TABELLINO

FROSINONE (3-5-2): Bardi; Szyminski, Ariaudo, Brighenti; Zampano (24’ st Novakovich), Rohden (24’ st Tribuzzi), Maiello, Kastanos, Beghetto; Ciano, Ardemagni (15’ st Dionisi).

A disposizione: Iacobucci, Marcianò, D’Elia, Tabanelli, Vitale, Krajnc.

Allenatore: Nesta.

EMPOLI (4-3-1-2): Brignoli; Fiamozzi, Nikolaou, Romagnoli, Terzic; Ricci (32’ st Damiani), Stulac, Bandinelli (45’ st Fantacci); Moreo (40’ st Piscopo); La Mantia (32’ st Bajrami), Mancuso.

A disposizione: Pratelli, Provedel, Antonelli, Merola, Fantacci, Zappella, Pirrello, Vitti, Parisi.

Allenatore: A. Dionisi.

Arbitro: signor Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo (To); assistenti sigg. Andrea Tardino di Milano e il signor Marco Scatragli di Arezzo; Quarto Uomo signor Gianluca Camplone di Pescara.

Marcatore: 5’ pt Moreo, 12’ st La Mantia.

Note: partita a porte chiuse; angoli: 7-1 per il Frosinone; ammoniti: 21’ pt Nikolaou, 29’ pt Katanos; recuperi: 0’ pt; 3’ st; prima della gara 1’ di raccoglimento per la scomparsa tragica dell’arbitro Daniele De Santis e della sua compagna.

Trentasette giorni dopo l’ultimo giro di pallone nella serata amara di La Spezia il Frosinone torna per una gara ufficiale di campionato. E perde 2-0 con l’Empoli, bravo a capitalizzare due occasioni: al 5’ del primo tempo con Moreo e al 12’ della ripresa con La Mantia. In mezzo un Frosinone che, pur palesando momenti di difficoltà è riuscito a sprecare almeno sei palle gol, colpendo anche un legno con Kastanos. Un palo anche per l’Empoli, con Stulac nella ripresa.

LE SQUADRE IN CAMPO
L’Empoli è partito aggressivo

Nesta riparte dal 3-5-2 per non lasciare la superiorità numerica agli avversari nella zona mediana. Quindi Bardi tra i pali, Ariaudo al centro della difesa con Brighenti a sinistra e Szyminski a destra. In mezzo al campo la coppia Rohden, Maiello e Kastanos, Beghetto sull’out di sinistra, Zampano omologo a destra, il duo Ciano-Ardemagni in attacco.

Lunga la lista degli assenti in casa giallazzurra: Gori, Volpe e Luciani (operati), Salvi (problema muscolare) e lo squalificato Errico. Citro e Trotta infine sono fuori per scelta tecnica. (Leggi qui Battesimo di fuoco, allo Stirpe sbarca il quotato Empoli).

Empoli in campo con il 4-3-1-2 annunciato alla vigilia. Tra i pali Brignoli, da destra a sinistra Fiamozzi, Nikolaou, Romagnoli e Terzic. In mezzo al campo Stulac è il regista, Samuele Ricci e Bandinelli gli interni, quindi Moreo alle spalle di La Mantia e Mancuso.

MOREO COLPISCE A FREDDO, PALO DI KASTANOS
L’esultanza degli empolesi dopo il goal

Inizia aggressivo l’Empoli. La prima azione è del Frosinone con un bel pallone nello spazio di Kastanons per Rohden. Che nella posizione di ala destra crossa però tra le braccia di Brignoli. La formazione toscana sceglie di uscire in questo avvio dalla parte di Terzic. Ma al 4’ è già pericoloso con Mancuso dopo una ripartenza affrettata e sbagliata dei giallazzurri con Kastanos. Bardi va bene a terra in tuffo e devia verso il centro dell’area, La Mantia cerca il gol a botta sicura ma viene murato in angolo.

Sulla battuta dalla bandierina di Stulac, Romagnoli allunga la traiettoria. La difesa schierata e troppo schiacciata del Frosinone non contrasta Moreo che si fa trovare all’altezza dell’area piccola. E di testa insacca alle spalle di Bardi, andando ad anticipare anche il tentativo di Rohden in chiusura.

Il Frosinone prova una scossa. Si concretizza in un cross di Zampano dalla destra bloccato in presa alta da Brignoli. Più sciolta la squadra di Alessio Dionisi che detta lo spartito. Il Frosinone che pure aveva iniziato bene, paga l’inevitabile contraccolpo psicologico dopo il vantaggio dell’Empoli. Gli azzurri fanno densità in mezzo al campo lasciando alla squadra di Nesta le corsie laterali. Dove però Zampano – braccato da Terzic – e Beghetto – coperto da Fiamozzi – non riescono mai a creare superiorità.

Fa grande fatica il Frosinone a trovare spazi giocabili. Ma al 22’ un lampo dalla distanza di Kastanos imbeccato centralmente da un tocco di Szyminski. Brignoli è battuto ma il palo alla sua sinistra dice no ad un gran gol. Sulla ribattuta del legno, Ciano è preso in controtempo dalla traiettoria e l’azione sfuma. Frosinone sfortunato in questo frangente. Ma la squadra di Nesta deve accelerare una manovra che appare ancora lenta e troppo per vie orizzontali. Con la conseguenza che la rete dell’Empoli cattura tutte le giocate dei giallazzurri. E per Ardemagni e Ciano ci sono le briciole nell’area dei toscani.

SALE DI TONO IL FROSINONE
Maiello in azione

Perdurando le difficoltà di invasione dalle parti di Brignoli, il Frosinone opta per le conclusioni da lontano. Al 35’ una grande giocata di Rohden – il migliore tra i suoi in questa prima parte di gare – e tiro destinato ad insaccarsi all’angolino basso alla destra di Brignoli. Che però devia in corner con un tuffo prodigioso. L’Empoli abbassa i giri del motore in questa fase della gara. La squadra di Nesta acquista anche maggiore sicurezza nelle giocate. Ma si scontra col baricentro dei toscani che, sceso sulla linea mediana, mette comunque lo zampino sulla manovra di Maiello & soci.

Bella azione del Frosinone al 39’, palla lunga dalle parti di Zampano che serve per il colpo di testa di Ardemagni. Palla che sfila a due passi da Ciano. Ardemagni ancora pericoloso 1’ dopo. Si infila tra Nikolaou e Brignoli su un cross da sinistra di Ciano ma il portiere abbranca il pallone prima che lo stesso varchi la linea bianca. Il tempo si chiude con l’Empoli avanti di un gol, Frosinone migliorato nella seconda parte della gara ma disattento sul vantaggio ospite e poi anche sfortunato.

IL FROSINONE SPINGE E RECRIMINA, LA MANTIA FA 2-0
Brighenti durante un contrasto

Si riparte con le stesse formazioni in campo dal 1’. Azione insistita di Zampano al 2’. Poi sul giro palla libera la difesa dei toscani. Parte in contropiede Mancuso. Szyminski è bravo a mettergli pressione e l’ex del Pescara alza di destro da posizione leggermente defilata rispetto alla porta. Il Frosinone, scampato il pericolo, si butta dentro l’area dell’Empoli. Cross di Beghetto sul quale si avventa Zampano. Bandinelli gli appoggia la mano destra sulla spalla e il giallazzurro, sbilanciato, cade ma per il direttore di gara è tutto regolare. Non per la panchina del Frosinone che ha recriminare. Al 6’ Beghetto dentro l’area lascia partire una rasoiata. C’è il piede di Ardemagni a deviare in gol ma la posizione dell’attaccante canarino è irregolare.

Ma nel momento di massima pressione del Frosinone arriva la doccia gelata del raddoppio dell’Empoli, al 12’. Cross indisturbato di Terzic servito da Bandinelli. Con La Mantia che ruba il tempo a Szyminski e firma il 2-0. E la sua settima rete personale contro il Frosinone in 8 confronti dalla C2 alla serie B. Ma ancora una volta è tutta la fase difensiva dei canarini a lasciare a desiderare. Dalla rincorsa di Bandinelli sul pallone all’altezza della bandierina, al cross di Terzic senza pressione al colpo di testa di La Mantia.

BARICENTRO BASSO, PALLEGGIO CONTINUATO
Beghetto dopo il goal sembra recriminare qualcosa

Ancora Ardemagni in evidenza al 7’. Bicicla volante al centro dell’area sul cross di Zampano da destra, pallone largo almeno tre metri. Ma ottima l’intenzione della punta milanese trasformato rispetto ai primi 45’. Come dà l’impressione di essere trasformato il Frosinone che Nesta spinge letteralmente nella metà campo dell’Empoli.

La squadra di A. Dionisi ha abbassato notevolmente il baricentro e cerca il palleggio continuato. Lo fa per smorzare i toni che i giallazzurri stanno cercando di imprimere alla gara nel tentativo di raggiungere il pari.

IL FROSINONE SPRECA L’IMPOSSIBILE

La prima mossa della gara è di Nesta: dentro Dionisi per Ardemagni al 15’. Ma adesso è la squadra ospite a sentirsi più tranquilla. Al 24’ punizione tagliata di Stulac, palla sul palo opposto all’angolo di tiro coperto da Bardi. Poi è La Mantia che prova la rovesciata, palla alta. Al 24’ dentro Tribuzzi e Novakovich per Rohden e Zampano e Frosinone col 4-3-3. E Frosinone vicino al gol che può riaprire la partita al 28’. Ciano da destra apre per Beghetto dalla parte opposta, pallone dentro l’area piccola sul secondo tocco. Novakovich alza da 2 metri. Due cambi anche per la formazione ospite: Bajrami per La Mantia, Damiani per Ricci al 32’.

Dionisi e Nesta: i due volti della gara

L’Empoli controlla una partita in controllo. Dall’altra parte il Frosinone col passare dei minuti perde quella concentrazione e attenzione. Doti che lo avevano accompagnato dalla metà del primo tempo fino al raddoppio degli ospiti. Fiammata d’orgoglio al 38’: il solito Beghetto vede Kastanos dentro l’area, botta del cipriota ma Brignoli devia in angolo a mano aperta. Sul corner di Ciano, colpo di testa di Novakovich e pallone tra le braccia di Brignoli. Ma il direttore di gara rileva un fallo in elevazione dell’attaccante.

Rohden al 42’ si fa trovare libero sulla destra del fronte d’attacco, palla tagliata in mezzo, il tiro di Novakovich è deviato in angolo. Il Frosinone cerca il gol che riapra la gara. Al 43’ ancora Kastanos di destro, Brignoli ha un conto aperto col Frosinone e devia in angolo.

FNALE SPINTO

Finale arrembante dei giallazzurri che sprecano ancora al 44’. Cross di Beghetto e Dionisi fallisce un gol da tre metri sparando alle stelle. La collezione delle occasioni sprecate dal Frosinone la chiude Novakovich che di testa a un metro da Brignoli alza di testa un pallone invitante. Il triplice fischio finale dopo 3’ di recupero.

Frosinone ko all’esordio ma sulla sconfitta pensano due pause mentali e tante occasioni sprecate.