Il bivio di Ficchi (che non passa per Cassino)

Il calcio sarà lo spartiacque nel futuro del basket in provincia. Se il Frosinone Calcio centrerà il bersaglio della promozione, il vice presidente Vittorio Ficchi potrebbe decidere in modo definitivo di disimpegnarsi dal Ferentino Basket che ha guidato in questi anni di Serie A2. (leggi qui l’anticipazione)

Gli indizi ci sono tutti. Ad alcuni dei tesserati, parlando della prossima stagione il presidente ha detto “Se avete offerte da altre squadre, ritenetevi liberi“. Nell’ambiente c’è la voce di sondaggi fatti con discrezione per valutare eventuali operazioni di cessione.

Il presidente finora è rimasto blindato dietro al silenzio più rigoroso: il che contribuisce ad alimentare la voce.

Un dato certo c’è. In caso di cessione del titolo, non sarà Cassino a comprarlo. «Non siamo interessati – ha detto Leonardo Manzari, direttore sportivo della Bpc Virtus Cassino – la nostra dimensione è la Serie B e vogliamo fare il passo in base alle nostre possibilità. Siamo consapevoli di avere portato il basket a Cassino ad un livello che mai era stato raggiunto in passato. Se arriveremo in Serie A2 sarà grazie alle nostre forze».

Nell’ambiente della palla a spicchi c’è chi parla di un contatto con Vittorio Ficchi, avvenuto un paio di mesi fa. «Non abbiamo mai avuto un incontro con rappresentanti del Ferentino. Proprio perché siamo convinti che i titoli si conquistino sul campo. Ferentino per noi è un modello sportivo al quale ci siamo ispirati e che vogliamo continuare a seguire».

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright