Marino non ci sta: “Abbiamo dominato, due punti persi”

Giovanni Lanzi

Se lo chiamano 'Il Maestro' non è un caso

di GIOVANNI LANZI
Giornalista senza carta

 

 

Il tecnico esalta l’atteggiamento e non penalizza l’errore: “Preso un altro gol fortuito”
Marino non ci sta: “Abbiamo dominato, due punti persi”
“Vorrei vedere la squadra sempre così. A Bari i ragazzi sanno cosa debbono andare a fare”

 

FROSINONE – Moderata soddisfazione. Anche dopo un pareggio casalingo che regala il primato ma non permette al Frosinone di ‘mettersi in proprio’ perché l’alito di Spal e Verona si sente sul collo e il Benevento a -6 non è distanza di sicurezza. Il Frosinone però è piaciuto. Ha dominato letteralmente primo e secondo tempo. Belle trame di gioco, azioni da gol. Tutto – tranne la rete numero 10 di Daniel Ciofani – ad infrangersi tra le gambe dei difensori poste a reticolato davanti alla porta granata, tra le mani o i piedi dell’estremo difensore dei veneti Alfonso oppure gettato alle ortiche dai canarini.

 

C’è appunto moderata soddisfazione mista ad amarezza ma Marino suona la carica con un messaggio positivo: “Credo che sia stata la migliore partita disputata dal Frosinone nel girone di ritorno. Siamo cresciuti anche dopo il gol del vantaggio mentre altre volte ci eravamo abbassati. Siamo stati in campo – prosegue Marino – in maniera sempre propositiva. E siamo stati sfortunati: il loro portiere ha compiuto qualche miracolo sparso, c’è stata la traversa di Dionisi che ha visto protagonista ancora il portiere“.

 

Marino non parla in maniera penalizzante del gol subìto: “Posso rimproverare poco nell’atteggiamento della squadra. Vorrei vederla sempre così spumeggiante. Su un campo pesantissimo abbiamo sempre cercato di giocare la palla. Questi purtroppo sono punti persi per quello che si è visto in campo ma sono ottimista proprio per il gioco che siamo stati in grado di esprimere“.

 

C’è spazio anche per il gol avversario: “La settimana scorsa abbiamo incassato gol su calcio piazzato e con un tocco di coscia, oggi su rimpallo. Ci sta girando anche un po’ male. Dovevamo vincere con qualche gol di scarto e siamo qui a raccontare di un pareggio. C’è tanta rabbia ed ora dobbiamo pensare subito al Bari“.

 

Il Frosinone ha giocato una gara nervosa e poco lucidi? Marino non ci sta: “Abbiamo fatto una partita straordinaria, quando senti che ti scappano due punti ti prende un po’ di nervosismo, quando vedi che loro fanno ostruzionismo, quando il loro portiere ci mette una vita per rilanciare è normale che ti innervosisci. Ma al cospetto di una partita di quel tipo mi sembra riduttivo andare a toccare quei 5′ finali nei quali siamo stati forse poco lucidi e un po’ nervosi ma sempre propositivi“.

Fisicamente la squadra ha risposto benissimo. Ed è un dato confortante anche per lo stesso tecnico: “Lo spessore del gruppo è questo. Vedere Daniel Ciofani che aveva avuto la febbre altissima lottare in quel modo su ogni pallone, vedere lo stesso Soddimo che ha recuperato in quella maniera dopo il problema alla caviglia ci fa ben sperare. Siamo fiduciosi per il futuro perché abbiamo dei ragazzi consapevoli di quello che andranno a fare“.

 

Foto: copyright Frosinone Calcio, per gentile concessione

Entra nella stanza di G.Lanzi con tutti i suoi articoli

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright