Il PaGGellone di Frosinone-Novara

Foto: copyright Frosinone Calcio

Frosinone - Novara 1-0 - Le Pagelle - Citro, una rete pesantissima… per Maiello fioretto e anche sciabola. Gori da battaglia. E la classe di Ciano…

Giovanni Giuliani

Giornalista malato di calcio e di storie

VIGORITO 6

Confermato da mister Longo prende più acqua e freddo che palloni. Deve sbrigare l’ordinaria amministrazione, soprattutto con i piedi, e lo fa in scioltezza. Il primo intervento di mano, anzi con i pugni, lo compie al 76esimo. Fa anche in tempo a rimediare l’ammonizione per aver ritardato la ripresa del gioco.

*

BRIGHENTI 7

Il Novara lì davanti fa davvero poco ma lui li in difesa si prende tutta la scena e gli applausi. Non sbaglia nulla. Su ogni lancio degli avversari lui c’è sempre: imperiale negli anticipi, svetta su tutti e dovunque.

*

ARIAUDO 6,5

Non deve fare di certo gli straordinari. Si limita a controllare e lo fa con grande sicurezza. E poi da’ il via all’azione del gol. Bene così.

*

KRAJNC 6

I suoi progressi si erano visti già dal secondo di tempo di Cremona. Oggi gioca un primo tempo fatto di anticipi e chiusure decise. Non concede nulla a Puscas. Nella ripresa la sua gara presenta, però, qualche svarione in più. Alla fine disputa un match sufficiente.

*

M.CIOFANI 6,5

Altra gara ordinata com lui sa fare. Chiude quando c’è da farlo, si propone quando occorre: il solito prezioso tuttofare. Cresce tanto nella ripresa quando i compagni lo cercano con insistenza su quella fascia. E lui di certo non si tira indietro.

*

GORI 7

Sarà perché è la prima gara dopo due mesi, sarà perché per il clima che c’è allo Stirpe servono uomini da battaglia. Mirko Gori ci mette tanta sostanza lì in mezzo, tutto il suo dinamismo che si rivela  assai prezioso.Come se non si fosse mai fermato in questo periodo.

DALL’87ESIMO FRARA S.V.

*

MAIELLO 7,5

Il campo non lo aiuta e allora lui al consueto fioretto alterna, quando serve, anche la sciabola. Un’altra grande gara per il metronomo giallazzurro che dimostra di saper offrire, al tempo stesso, qualità e dinamismo. Se il suo primo tempo e’ stato buono il secondo lo è stato ancor di più. Fondamentale.

*

BEGHETTO 6

Parte bene, benissimo. Anzi la prima conclusione pericolosa della gara e’la sua. Nel primo tempo si gioca molto sulla sinistra e lui c’è. Nella ripresa si vede di meno anche perché i compagni si appoggiano a Matteo Ciofani dall’altra parte.

*

CIANO 7,5

Stesso voto di Maiello ma noi lo premiano come migliore in campo. Perché è la luce del Frosinone. Il suo assist per Daniel Ciofani in occasione del colpo di testa dell’attaccante parato da Monitipo’, ad esempio, e’da  manuale. Si procura il rigore, forse un po’ generoso.  Le sue giocate sono sempre spunto per qualcosa di buono.

DALL’89ESIMO MATARESE S.V.

*

D.CIOFANI 6

E’ ovvio che sul voto pesa il rigore sbagliato. La sua però è stata una buonissima gara. Poco prima del penalty solo un grande intervento di Montipo’ gli aveva negato il gol.

*

CITRO 7

Inizia in modo confusionario. Ma dopo 23 minuti, anche grazie al gentile regalo di Mantovani, trova un bel gol che decide il match e che ripaga anche la scelta iniziale di Longo. Un gol pesantissimo che vale la vetta momentanea. Si muove tantissimo e crea apprensione alla retroguardia dei ragazzi di Di Carlo. Dopo il rigore sbagliato da Ciofani e’ anche sfortunato con il palo colpito.

DALL’83esimo KONE S.V.

*

ALL. LONGO 7

La scelta di puntare ancora su Citro lo ripaga con i tre punti attesi e sperati. Alla viglia aveva invocato positività, continuità ed equilibrio. Il suo Frosinone, pure in una giornata non facile, fa ciò che si era prefissato. La corsa continua….

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright