Il Frosinone si illude, l’Empoli vince 3-1

Al Castellani finisce 3-1 per i padroni di casa, i giallazzurri in vantaggio con Kastanos si fanno agguantare dopo 3' e recuperare nel finale dei primi 45'. Due rigori non visti dall'arbitro

Giovanni Lanzi
Giovanni Lanzi

Se lo chiamano 'Il Maestro' non è un caso

EMPOLI-FROSINONE – 3-1 IL TABELLINO

EMPOLI: Brignoli; Sabelli, Romagnoli, Nikolaou, Terzic; Zurkowski, Stulac, Ricci; Bajrami; La Mantia, Mancuso.

A disposizione: Pratelli, Furlan, Crociata, Matos, Olivieri, Moreo, Casale, Damiani, Pirrelo, Viti, Cambiaso, Parisi.

Allenatore: A. Dionisi

FROSINONE: Bardi; Salvi, Szyminski, Brighenti, Zampano; Kastanos, Carraro, Boloca; Tribuzzi, Novakovich, Rohden.

A disposizione: Iacobucci, Trovato, Capuano, Curado, Gori, Maiello, Ariaudo, D’Elia, Tabanelli, Vitale, Parzyszek, Giordani.

Allenatore: Nesta.

Arbitro: Signor Davide Ghersini  della sezione di Genova; assistenti Sigg. Antonio Vono di Soverato (Cz) e Davide Moro di Schio (Vi); Quarto Uomo  Signor Alessandro Prontera della sezione di Bologna.

Marcatori: 30’ pt Kastanos, 33’ pt Mancuso, 42’ Zurkowski, 17’ st Bajrami.

Note: partita a porte chiuse; angoli: 7-7; ammoniti: ; recuperi: 1’ pt; 4’ st

Il Frosinone gioca e recrimina per le occasioni sprecate, le disattenzioni nei momenti topici e due rigori non concessi (uno per tempo, per trattenuta su Zampano e fallo su Rohden). Dall’altra parte l’Empoli vince 3-1. La squadra di Nesta per oltre un’ora ha tenuto sotto scacco i toscani che tirano un sospiro di sollievo sul 3-1 di Bajrami al 17’ della ripresa. Giallazzurri in vantaggio al culmine di una mezz’ora giocata benissimo, gol di Kastanos che confeziona e infiocchetta la sua seconda rete in maglia canarina proprio nel giorno del suo 23esimo compleanno.

Appena 3’ dopo il pareggio incassato incredibilmente in contropiede e nel finale di tempo vantaggio dell’Empoli subìto per una marcatura scalata male davanti a Bardi. Nella ripresa i giallazzurri ripartono decisi alla ricerca del pari ma il 3-1 di Bajrami chiude definitivamente le speranze di uscire dal Castellani con un risultato positivo. Curiosità: gara correttissima, nemmeno un ammonito.

Gli schieramenti

Nesta cambia tre pedine e il modulo rispetto alla gara interna con la Reggina. Si passa al 4-3-3. Bardi tra i pali, Szyminski e Brighenti centrali, Salvi a destra e Zampano sinistra. In mezzo al campo il play è Carraro, Boloca e Kastanos le mezze ali. Quindi il tridente con Novakovich punta centrale, Tribuzzi e Rohden attaccanti esterni. Tra i giallazzurri non c’è Ciano oltre a Volpe e Baroni. Non è tra i convocati Beghetto, in procinto di cambiare casacca. (Leggi qui Nesta predica compattezza: “Noi ci risolleveremo”).

Nel 4-3-1-2 dell’Empoli non ci sono due ex, Haas e Fiamozzi e il terzino Parisi. Dionisi davanti al portiere Brignoli presenta la coppia centrale Romagnoli-Nikolaou, fa esordire Sabelli sull’out di destra e rilancia Terzic sulla corsia bassa a sinistra. In mezzo al campo Stulac è il regista, Zurkowski e Ricci le mezze ali, quindi lo svizzero Bajrami alle spalle di La Mantia e Mancuso.

Rigore su Zampano

Contrasto aereo durante la prima fase di gioco

E’ un buon Frosinone in avvio, con Zampano a sinistra particolarmente ispirato. Ma il primo pericolo è per la porta difesa da Bardi al 3’. Grande recupero in scivolata di Brighenti su Mancuso a due metri dalla porta dopo che l’ex attaccante scuola Juve aveva saltato di netto Szyminski sul tocco dentro di Bajrami. Due minuti dopo funziona ancora l’asse Bajrami-Mancuso, l’attaccante non ci arriva di un soffio a due passi da Bardi. Il Frosinone non trema e colleziona un’occasione che Novakovich non sfrutta all’altezza dell’area piccola sul cross da destra di Tribuzzi.

La squadra di Nesta pende molto dalla parte di Zampano che all’8’ non riesce a chiudere un bel triangolo in area, ma c’è il tocco galeotto sulla maglia del cursore giallazzurro da parte di Sabelli che il direttore di gara non vede.

Frosinone vicino al gol al 10’: Tribuzzi serve Boloca sulla corsia di destra, 10 metri e cross, colpo di testa di Rohden alto di poco. Occasionissima. Dalla parte dei toscani, c’è Mancuso che sfrutta una voragine in mezzo al campo dove non ci sono maglia giallazzurre ma l’attaccante sferra un tiraccio che Bardi addomestica alla sua sinistra.

Zampano lampo

Kastanos in azione

Al 15’ Zampano solca la fascia sinistra indisturbato grazie ad almeno due marce in più rispetto al dirimpettaio, pallone per Novakovich che di prima intenzione cerca il tiro di giustezza. Ma ci sono gli stinchi di Nikolaou a deviare la sfera in angolo ma non per l’incertissimo direttore di gara. Ma è ancora Frosinone in ripartenza veloce, con Rohden che si infila centralmente, taglia il campo per 40 metri e poi tocca non proprio di precisione per Boloca che non è altrettanto preciso e netto nella conclusione: pallone che sfila alla sinistra di Brignoli.

Carraro si fa male in caduta, i sanitari consigliano di frenare sul cambio con Maiello e 1’ dopo è l’Empoli che sfiora il vantaggio: pallone di Zurkowski destinato a creare problemi a Bardi ma ci sono i tacchetti di Mancuso a salvare la porta canarina.

Pari Empoli con Mancuso

Al 26’ in tre tocchi il Frosinone si presenta con Tribuzzi in area lanciato di prima intenzione dall’ottimo Boloca, ancora una volta Nikolaou a deviare un pallone maligno. Alla mezz’ora Kastanos si confeziona il regalo di compleanno col gol del vantaggio: prende palla e sulla sponda al bacio di Novakovich infila in diagonale Brignoli. Frosinone avanti con merito.

Empoli-Frosinone, Mancuso dopo il goal

Tre minuti dopo l’Empoli trova il pareggio con il Frosinone tutto incredibilmente votato all’attacco: Zampano sbaglia un cross, da Romagnoli per Bajrami che serve Mancuso, il centrocampo non c’è, Salvi nemmeno, palla a scavalcare Bardi in uscita alla disperata forse un po’ tardiva e pallone in fondo al sacco dalla parte opposta all’angolo di tiro.

Non c’è un attimo di pausa perché Tribuzzi a destra è un castigo di Dio, corsa, dribbling secco e botta che Brignoli devia in angolo. Sul rilancio di Brignoli al 38’ il Frosinone si fa trovare ancora una volta scoperto e senza marcature preventive, bravissimo Zampano ultimo uomo a non farsi saltare da Mancuso. Ma l’Empoli non si ferma, al 43’ cross di Sabelli sul quale si trova solo soletto Zurkowski, destro che tocca le gambe di Bardi e si infila per il 2-1 dei toscani. Non succede più nulla se non un tiraccio alto di Tribuzzi da posizione favorevole.

Il Frosinone spreca, Bajrami non perdona

Il Frosinone riparte a testa bassa, Kastanos serve Tribuzzi nella posizione di centravanti, controllo e tiro ma c’è il piede di Terzic a deviare in angolo. Empoli in difficoltà anche sulla battuta dalla bandierina, il pallone sfila ancora in corner tra una selva di gambe e con un tocco di uno stinco di colore azzurro. E al 3′ colpo di testa di Boloca sul cross di Zampano, Brignoli para a terra. Trenta secondi dopo tiro velleitario di Novakovich con Tribuzzi in posizione favorevolissima, pallone a lato. Il canovaccio della gara è quello della prima mezz’ora: Frosinone con le tende insediate nella metà campo dei toscani che giocano di rimessa.

All’8’ Kastanos serve Rohden che trova le gambe di Brignoli. All’11’ Empoli vicino al 3-1: scivola Carraro, parte in contropiede la squadra di Dionisi che prima spreca con La Mantia addosso a Bardi. Poi con Bajrami che controlla male e tocca la palla con la mano sulla ribattuta di Brighenti. La partita ripassa nelle mani del Frosinone, volata di Tribuzzi murato a 5 metri da Brignoli, forse un eccesso di certezze nell’attaccante giallazzurro.

Empoli-Frosinone La gioia Nedim Bajrami dopo il 3-1

Il Frosinone domina la scena ma spreca. E continua a farlo al 16’ ancora con Tribuzzi che alza alle stelle un pallone interessante. La qualità non mente mai nel calcio al 17’ arriva il 3-1. Lo firma Bajrami con serpentina e doppio passo su Brighenti, staffilata sul primo palo alle spalle di Bardi. E il Frosinone continua a recriminare per un fallo di Terzic su Rohden, con lo svedese al tiro.

I cambi certificano la fine del match

Nel Frosinone dentro Maiello per Carraro e Parzyskez per Novakovich al 22’. E al 27’ Gori per Kastanos, Vitale per Tribuzzi sulla sponda giallazzurra. Triplice cambio nell’Empoli: Matos, Olivieri e Damiani per Mancuso, La Mantia e Bajrami. Ed è proprio Olivieri al 32’ a sfiorare il 4-1. E’ la volta anche di D’Elia per Salvi, con Zampano che si sposta a destra. La girandola di cambi, di fatto ingessa la gara, non ci sono più sussulti.

La testa dell’Empoli va al tentativo di fuga, quello del Frosinone al recupero di martedi a Pisa. Ma quei due rigori…