Il Giudizio Universale: Reggina – Frosinone 0-0

Il Pagellone di Reggina-Frosinone 0-0. Gli episodi chiave ed i protagonisti in positivo ed in negativo nella gara.

Alessandro Salines

Lo sport come passione

Il Pagellone di Reggina-Frosinone 0-0. Gli episodi chiave ed i protagonisti in positivo ed in negativo nella gara. (Leggi qui Il riscatto di Ravaglia blinda il Frosinone contro la Reggina).

IL MIGLIORE

Ravaglia

Il bello del calcio. Dalla polvere all’altare nel giro di nemmeno una settimana. E’ la parabola di Federico Ravaglia, portiere del Frosinone. Lunedì nel finale della gara col Brescia aveva regalato il pari alle rondinelle con un’uscita sbagliata, al “Granillo sempre allo scadere ha salvato il risultato con una grande parata.

Confermato senza se e senza ma da Fabio Grosso e dalla società, il portiere giallazzurro si riscatta con una prova convincente. Bravo ad opporsi su Federico Ricci lanciato a rete in sospetta posizione di fuorigioco. Attento anche sulla conclusione di Rivas da fuori area. Pure nella ripresa si dimostra reattivo e mette le mani sul tiro velenoso di Laribi. Il capolavoro in pieno recupero. Le incertezze mostrate col Brescia sembrano già un lontano ricordo. 

Voto: 7

Zampano

La curva con i tifosi del Frosinone al Granillo

Spinge, duetta con Zerbin e Rohden, difende con ordine sulle sortite di Rivas e Di Chiara. Il terzino destro genovese gioca la solita gara tutta di corsa anche se stavolta è meno efficace. Nel primo tempo sbaglia qualche cross, trova avversari molto concentrati. E’ comunque suo il traversone nella ripresa che consente a Cicerelli di colpire di testa ed impegnare Micai.

Forse poteva fare qualcosa di più. Tuttavia in questo periodo ha speso tanto e ci può stare una leggera flessione. Finisce la partita sulla corsia di sinistra dopo l’ingresso di Casasola.

Voto: 6

Szyminski

Si divide con Gatti il compito di marcare un centravanti esperto e possente come Galabinov. Puntuale al solito sulle palle alte, tiene la posizione con senso tattico e concentrazione. Si fa notare anche palla al piede in uscita. In avvio di ripresa un provvidenziale recupero su Rivas. S’immola di nuovo su Rivas respingendo con il volto una botta dell’attaccante amaranto. Una mezza incertezza in pieno recupero: lascia troppo spazio a Cortinovis che può calciare in porta sfiorando la rete.

Voto: 6

Gatti

Inizia la partita con personalità e coraggio, qualità che lo distinguono. Un paio d’interventi decisi da difensore di razza ed un’uscita palla al piede fino al limite dell’area della Reggina: peccato che la conclusione sia facile preda di Micai. Per il resto la solita prova gagliarda, alza la voce su Galabinov, puntuale nelle chiusure, con Szyminski arma una contraerea difficile da abbattere.  

Voto: 6,5

Il Frosinone all’attacco

Cotali

Tiene a bada Federico Ricci che gli scappa una volta ma era probabilmente in fuorigioco. Qualche affanno in più nella ripresa quando entra Laribi. Non rinuncia a sostenere Garritano sulla corsia di sinistra, prova anche una conclusione dal limite dell’area ma non è fortunato. Si conferma terzino di rendimento. 

Voto: 6

Dal 40’ s.t. Casasola

Debutto stagionale per il difensore argentino. Grosso gli concede gli ultimi minuti per iniziare a prendere confidenza con la partita.

Voto: s.v.

Rohden

Molto aggressivo sui portatori di palla avversari, chiama il pressing, corre tanto e incrocia i tacchetti con l’ex Crisetig. Gara di sacrificio quella dello svedese che però non disdegna qualche buona giocata come al 25’ quando guida un contropiede interessante e serve un bel pallone a Zerbin che chiama alla parata Micai. Nella ripresa molto provato viene sostituito dopo 18’ con Cicerelli. 

Voto: 6

Dal 18’ s.t. Cicerelli

Grosso lo schiera per dare maggiore vivacità all’attacco giallazzurro. L’ex Salernitana ha 2 chance per rompere l’equilibrio: prima di testa e poi con una girata al volo. Quando s’accende può fare male agli avversari, ma sbaglia anche qualche scelta. 

Voto: 6

Ricci

Ricci sul pallone

Sfida il fratello gemello Federico in un confronto di cui si è parlato tanto in settimana. Gioca in maniera lineare, da rimarcare qualche buon cambio di gioco effettuato con tempismo e tecnica. Efficace anche in fase d’interdizione, recupera diversi palloni. Certo il colpo risolutore non arriva. (Leggi qui La favola dei gemelli Ricci scrive un’altra bella pagina).

Voto: 6

Boloca

Non fa mancare la sua presenza a centrocampo, corre e rincorre, gioca tanti palloni con discreta qualità. In alcuni momenti però abbassa la tensione e commette degli errori banali. Perde qualche pallone importante. Deve limare quei dettagli che in una partita possono fare la differenza. Rimedia un’ammonizione per proteste che si poteva risparmiare.  

Voto: 5,5

Zerbin

Torna titolare dopo la panchina col Brescia. Stavolta giostra sulla corsia di destra mettendo spesso in difficoltà Di Chiara. Nell’uno contro uno è pericoloso e spesso riesce ad aprire gli spazi per gli inserimenti di Zampano o Rohden. Nel primo tempo ha una buona chance ma il suo tiro viene respinto da Micai. 

Voto: 6

Dal 18’ s.t. Tribuzzi

Un buon cross sul quale Cicerelli prova la girata la volo senza trovare la porta. Arriva un attimo in ritardo su un lancio in profondità molto invitante e commette fallo su Cionek dopo aver anticipato il portiere Micai. Per il resto si fa notare poco. Rispetto ad altre gare non riesce a dare il cambio di passo

Voto: 5,5 

Tanto sacrificio per Ciano

Ciano

Ennesima gara di sacrificio senza acuti per l’attaccante campano. Dura la vita del “falso nove”. Gioca quasi sempre spalle alla porta soffrendo non poco la marcatura strettissima di Regini. Uno squillo su punizione: Micai respinge. Tra l’altro appare un po’ stanco. Le tre partite in una settimana pesano e non poco.  

Voto: 5,5

Dal 26’ s.t. Novakovich

L’attaccante statunitense ritrova finalmente il campo dopo un’estate complicata. Per Andrija è l’esordio assoluto. In un secondo tempo difficile per il Frosinone garantisce maggiore fisicità. 

Voto: s.v.

Garritano

Il solito “martello” sulla fascia sinistra. Molto vivace e cercato dai suoi compagni in particolare Ricci. Per i difensori calabresi lavoro straordinario perché Garritano è un attaccante che da un momento all’altro può cambiare il corso degli eventi. Nel primo tempo ha un paio di occasioni ma stavolta non ha il piede caldissimo. Rifinisce qualche azione e nel finale di primo tempo subisce un colpo in testa procurandosi una ferita. Rientra nella ripresa con una vistosa fasciatura, arretra a centrocampo ed al 26’ lascia il posto a Lulic. 

Voto: 6,5

Dal 26’ s.t. Lulic

Ha la palla del vantaggio e chissà della vittoria però gli manca la malizia e la cattiveria per deviare il pallone in porta. Prova a dare sostanza alla fase d’attacco.

Voto: s.v.

Mister Grosso e l’11 mandato in campo

Grosso

Il suo Frosinone resta imbattuto strappando 1 punto al “Granillo” dove la Reggina aveva vinto le 2 precedenti gare. Malgrado gli impegni ravvicinati non fa turnover ed effettua solo il cambio strettamente necessario (Zerbin per l’infortunato Canotto).

I giallazzurri non ripetono la bella partita col Brescia anche se non demeritano e magari con un pizzico di fortuna in avrebbero potuto anche vincere. Soprattutto nella ripresa comunque la squadra mostra segnali di stanchezza e rischia di smarrirsi. Forse qualche rotazione in più sarebbe stata utile.

Non sbaglia comunque le sostituzioni: Cicerelli è il più pericoloso della ripresa. Recupera Novakovich e Casasola. 

Voto: 6

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright