Il paGGellone di Ternana-Frosinone

Il paGGellone di Ternana.-Frosinone 0-0. Un Frosinone grigio... nonostante il sole. Poche idee e un pari che serve a poco.

Giovanni Giuliani

Giornalista malato di calcio e di storie

Il paGGellone di Ternana.-Frosinone 0-0
*
Un Frosinone grigio… nonostante il sole. Poche idee e un pari che serve a poco.
*

VIGORITO 6

Viene impegnato poco poco. Nel primo tempo un intervento facile su Montalto e un’uscita un po’ azzardata. Nella ripresa guarda i suoi cercare di prendere quei tre punti che non arrivano

*

BRIGHENTI 6,5

Da quelle parti si trova spesso Finotto, lui lo tiene a bada con relativa disinvoltura. Ringhia quando c’è da farlo, nella ripresa va a chiudere anche in altre zone del campo. Prezioso

*

ARIAUDO 6,5

Fin dai primi minuti dimostra di aver assorbito il problema avuto dopo la gara con la Salernitana. Interventi importanti e decisi per far sentire il suo peso in tutto l’arco della gara.

*

TERRANOVA 6

Come i compagni di reparto concede praticamente nulla agli umbri che, specie nella ripresa, non arrivano mai dalle parti di Vigorito.

*

M. CIOFANI 5,5

Nel primo tempo non lo si vede quasi mai. Meglio nella ripresa. Non incide mai in zona offensiva.

Dal 27esimo s.t. PAGANINI 6 Longo cerca da lui la qualità per offendere. L’esterno ci prova a creare scompiglio: la speranza è che torni quel calciatore che conosciamo. Al Frosinone serve come il pane.

*

GORI 5,5

Gara non eccelsa cosi come quella dei compagni. Anche lui affonda nel grigiore generale. Cresce nella ripresa.

*

MAIELLO 5,5

Quando gioca i palloni lui è sempre buona cosa e avviso di pericolo per gli avversari. Nel primo tempo innesca Beghetto che serve un assist d’oro per Ciano per la più grande occasione di tutto l’incontro. Ma in pratica fa solo quello e poi sbaglia tanto in un pomeriggio opaco anche per lui.

*

BEGHETTO 6

Nel grigiore generale che abbiamo descritto lui si distingue. Nel primo tempo serve l’assist per Ciano. Si fa vedere molto e i compagni lo cercano. Anche nella ripresa cerca da quella fascia di cambiare le sorti di un incontro che non si schioda.

*

SODDIMO 5,5

Prova fumosa e di poca sostanza. Sembra partire deciso e a spron battuto, ma sul lungo cede facendo poco: anche per lui alla fine è un pomeriggio abulico.

DAL 36esimo MATARESE s.v. Ha pochi minti per cercare di cambiare la gara. Lui ci prova con tanto impegno.

*

CIANO 6

A conti fatti è il più pericoloso dei suoi: due punizioni, un sinistro da lontano e un colpo di testa da posizione invitante più facile da segnare che da sbagliare. Le fortune del Frosinone dipendono tanto da lui. Lo diciamo da tempo e lo ribadiamo oggi.

DAL 40esimo CITRO s.v

*

D.CIOFANI 5,5

Ha una sola occasione, dopo una quarto d’ora della ripresa. Il suo impegno non è mancato e non mancherà mai. Ci mette l’anima, ma il Frosinone non segna da 336 minuti e questo, per uno abituato a buttarla dentro, pesa anche su di lui.

*

ALL. LONGO 5

Quello che era, in pratica, un testa-coda il Frosinone non riesce a portarlo dalla sua parte. Squadra con poche idee, prevedibile, a tratti quasi rassegnata al pareggio. A questa squadra manca sempre quel “quid” per fare la differenza. La corsa per la promozione diretta è difficile, ma se ci si vuole andare in “A” sul campo dell’ultima della classe si deve vincere.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright