Il semaforo scatta subito: stop al campionato di B

[CALCIO-SERIE B] Colpo di scena nell’assemblea della Lega che si è riunita per ridisegnare il calendario dopo il cluster-covid scoppiato nel Pescara. Sospese le prossime due giornate, si riprenderà il 1 maggio con la 16^ di ritorno che si sarebbe dovuta giocare martedì.

Alessandro Salines
Alessandro Salines

Lo sport come passione

Stop al campionato. Ma da subito. Il semaforo rosso scatta immediatamente al contrario di quanto si era ipotizzato. Quasi un colpo di scena. L’assemblea della Lega di Serie B, riunita d’urgenza per affrontare il problema del cluster-covid che ha bloccato il Pescara fino al 26 dopo il provvedimento dell’Asl, ha votato di fermare i motori fino al 1 maggio e dare priorità ai recuperi.

Così facendo le ultime 4 giornate si disputeranno con la classifica allineata. Il calendario dunque è stato ridisegnato: si scenderà in campo il 1, 4, 7 e 10. I playoff inizieranno il 13. I playout fissati per il 15 e 21.

CAMPIONATO RIBALTATO

Stadio vuoto con pallone

Prima dell’assemblea l’ipotesi più accreditata era quella di giocare martedì e sabato come da calendario e poi fermare il campionato per dare spazio ai recuperi del Pescara da disputarsi il 1 ed il 4 oltre al 27. Un piano che era stato varato dal Consiglio direttivo che si è riunito 2 volte tra giovedì e venerdì. (Leggi qui Frosinone, il campionato di Serie B piomba nel caos).

Ed invece la riunione delle 20 società ha cambiato le carte in tavola ed è passato il piano-B, caldeggiato tra gli altri da Adriano Galliani, AD del Monza. Non è stata una decisione unanime con 16 voti favorevoli e 4 astensioni. Decisivo probabilmente l’intervento della Figc. Mauro Balata, presidente della Lega, ha sentito in queste ore il suo omologo della Federazione, Gabriele Gravina. La linea federale è stata chiara: prima si giocano i recuperi, meglio è. E così sarà.

Entrando nel dettaglio: la 16^ giornata di ritorno si giocherà il 1 maggio anziché martedì prossimo; la 17^ martedì 4 e non sabato 24 aprile; la 18^ venerdì 7 invece di sabato 1; la 19^ lunedì 10 piuttosto che il 7. Così come previsto le partite della 18^ e 19^ si giocheranno in contemporanea, salvo poter comunque essere disputate in più blocchi, nel caso non si rendesse necessaria, ai fini della classifica, la contestualità di tutte le gare.

I recuperi Pescara-Entella e Pordenone-Pisa si terranno il 27 aprile anche se friulani e toscani potrebbero anticipare a sabato 24. Da definire invece Empoli-Chievo ancora sub-judice. Come detto i playoff inizieranno il 13 maggio con i turni preliminari. Le semifinali il 17 ed il 20, le finali il 23 ed il 27. I playout fissati per il 15 ed il 21.

IL FROSINONE RIPARTIRA’ DAL PISA

La formazione giallazzurra, in piena crisi (2 punti nelle ultime 7 partite) e con sole 3 lunghezze di vantaggio sui playout, tornerà in campo allo “Stirpe” il 1 maggio contro il Pisa.

Una gara delicatissima. Vietato sbagliare per i canarini dopo la figuraccia contro il Pordenone. Martedì 4 trasferta durissima a Ferrara contro la Spal in corsa nei playoff. Tre giorni dopo, venerdì 7, ultima in casa contro il Vicenza.

Lunedì 10 epilogo a Reggio Calabria contro i granata dell’ex Baroni attualmente lanciati verso i playoff. Dieci giorni di fuoco nei quali il Frosinone si giocherà la salvezza.