Il “tackle” di Nesta contro il covid-19. Con Asl e club

Il tecnico del Frosinone testimonial d’eccezione della campagna di sensibilizzazione, lanciata dall’Asl e dal club giallazzurro per invitare i cittadini a tenere i giusti comportamenti nella lotta al coronavirus. Già a marzo l’ex difensore azzurro è stato in prima linea per aiutare i sanitari impegnati nell’emergenza contro la pandemia.

Alessandro Salines
Alessandro Salines

Lo sport come passione

Alessandro Nesta è sempre stato un personaggio schivo. Molto riservato. Tutto casa e calcio malgrado la grande popolarità di un campione del mondo e di un giocatore che ha vinto tutto. Poche interviste, poche apparizioni in tv, poche uscite pubbliche, poco social e zero gossip.

Anche nel suo anno e mezzo a Frosinone ha mantenuto un profilo basso. Solo lavoro sul campo oltre agli impegni canonici come le conferenze stampa prima e dopo le partite. Ma stavolta è diverso e la causa è nobile.

E così il tecnico giallazzurro ha prestato la sua immagine nella campagna di sensibilizzazione lanciata dall’Asl di Frosinone e dal club giallazzurro per promuovere i giusti comportamenti da tenere nella lotta al covid-19. Una campagna partita alla vigilia delle festività natalizie che potrebbero favorire l’aumento dei contagi.

“Abbracciamoci dopo”

Pierpaola D’Alessandro, DG della Asl di Frosinone

La foto di Nesta è in primo piano nel poster che invita i cittadini a non abbassare la guardia e ad aiutare a vincere la partita dei sanitari. Al centro del manifesto il messaggio che racchiude lo spirito dell’iniziativa: “Abbracciamoci dopo”. Sullo sfondo i giocatori giallazzurri che esultano dopo un gol. «Siamo stati attenti e vigili, ci siamo difesi bene ma ci serve ancora un gol per vincere la partita». Lo scrive sul poster Pierpaola D’Alessandro, direttore generale dell’Asl.

«Possiamo farlo se tutti insieme stiamo ancora più attenti, se giochiamo come una vera squadra. Il freddo e i luoghi chiusi favoriscono il virus, ci rendono più vulnerabili. Se vuoi bene ai tuoi familiari, ai tuoi amici e a te stesso, questo è il tempo di mettere da parte gli abbracci. Per conservarli con cura e amore, per usarli tutti in tempi che saranno migliori. Quando la partita l’avremo vinta davvero. Insieme».

Nesta e la lotta al coronavirus

Alessandro Nesta non si è risparmiato nei messaggi di prevenzione sul virus

Non è la prima iniziativa anti-covid che vede in prima linea l’allenatore del Frosinone. Già in pieno lockdown Nesta ha promosso, insieme ai compagni della Nazionale campione del mondo nel 2006, una raccolta fondi per aiutare i sanitari impegnati nell’emergenza coronavirus.

Attraverso la piattaforma gofundme.com, e con il motto “Uniti, vinceremo ancora”, sono stati raccolti 385mila euro. Una bella cifra che ha permesso di acquistare 4 ambulanze munite di ogni strumento per favorire il lavoro di medici, infermieri e personale sanitario.

Poi a novembre Nesta ha lanciato sui suoi canali social una serie di messaggi per incentivare l’utilizzo della mascherina. «Proteggiamo gli altri e noi stessi, indossiamo la mascherina sempre. – ha scritto il tecnico canarino nei suoi post – Indossare la mascherina è una delle cose più importanti in questo periodo difficile. Tuteliamo gli altri e tuteliamo noi stessi».

Adesso un altro tackle per fermare il covid.