Da due retrocessioni a campione di Grecia contestato (di G.Lanzi)

Giovanni Lanzi

Se lo chiamano 'Il Maestro' non è un caso

di GIOVANNI LANZI
Giornalista epurato

 

 

Il portiere Nicola Leali ha vinto il campionato con gli ateniesi dell’Olympiacos ma i tifosi lo hanno preso di mira
Da due retrocessioni a campione di Grecia contestato
Lo scorso era il titolare nel Frosinone, due anni fa al Cesena. Il marchio-Juve lo ha portato all’estero

 

Da due retrocessioni di fila con Cesena a Frosinone al titolo di campione di Grecia. E’ il caso dell’ex portiere del Frosinone, Nicola Leali, che – curiosità nella curiosità – sarebbe stato doppio ex della gara di oggi al Comunale tra Frosinone e Spezia.

Il portiere, di proprietà della Juventus, si è infatti laureato campione di Grecia con la maglia dell’Olympiacos dove era arrivato in prestito al termine della scorsa stagione.

Ad Atene però ha collezionato tredici presenze in Super League greca, quattro in Coppa e dieci in Europa League, riuscendo a mantenere inviolata la sua porta per tredici volte.

C’è anche da dire che Leali non ha trascorso un’annata tranquilla ad Atene dove più volte è entrato in rotta di collisione con l’accesa tifoseria ateniese, l’ultima volta dopo due ‘papere’ in Europa League con la formazione turca del Besiktas quando i tifosi si interrogarono se davvero Leali fosse “il piccolo Buffon”.

A Frosinone ne ebbero contezza con una stagione di anticipo dopo la retrocessione a porta libera ma evidentemente il marchio-Juve però conta pur sempre qualcosa anche oltreconfine.

 

Entra nella stanza di G.Lanzi con tutti i suoi articoli

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright