Marino, dall’esame primato alla laurea della figlia

Giovanni Lanzi

Se lo chiamano 'Il Maestro' non è un caso

Giovanni Lanzi

 

di GIOVANNI LANZI
Giornalista temporaneamente senza carta

 

Soddisfatto ma con la solita moderazione che lo contraddistingue. Fa festa in silenzio il trainer siciliano. Festa doppia perché oggi si laurea la figlia. Pasquale Marino, si presenta in sala stampa forte del primato anche se in coabitazione con il Verona. Ma soprattutto forte di 5 successi di fila, 8 risultati utili consecutivi rotti da un pareggio, che consegnano alla serie B la vera squadra da battere. “

«E’’ un’’altra vittoria importante che si aggiunge alle altre che ci hanno proiettato al primo posto -– esordisce il tecnico siciliano che si è preso anche la rivincita sul conterraneo Boscaglia che lo aveva battuto un anno quando era alla guida del Vicenza -. Abbiamo avuto una partenza un po’ complicata ma la conquista del primato ci dà consapevolezza della nostra forza. Soprattutto -– aggiunge Marino – abbiamo un grande pregio: non ci abbattiamo mai. Oggi il pareggio del Novara arrivato in un momento nel quale non stavamo rischiando nulla, ha confermato questa caratteristica: non ci siamo disuniti, abbiamo continuato a cercare la vittoria fino ad ottenerla”».

Inevitabile che si parli di Cocco. Un giocatore che Marino ha fortemente voluto con sé. “«Da un giocatore come lui ci attendiamo tanto ed oggi ha mostrato quello che è capace di fare. Il suo avvio è stato indubbiamente complicato anche per l’’infortunio ma il ragazzo ha recuperato ed oggi, oltre il gran gol realizzato, ha giocato una buona partita anche al di là del gol come nell’’occasione dell’assist di Soddimo nel primo tempo”».

Si torna a toccare il tasto della classifica: “«Sono contento, non potrei non esserlo. Ancora di più perché domani (oggi, ndr) si laurea mia figlia e lei mi aveva fatto intendere di non volermi vedere arrabbiato”».

Lui è arrivato a Frosinone con la spada di Damocle: far metabolizzare la retrocessione. “Non è stato facile. Ma il gruppo al completo ha dei valori dei quali è ben a conoscenza, debbono continuare a metterli in pratica come stanno facendo. «All’’inizio trovavamo delle difficoltà, ora – dice Marino suscitando anche lo stupore dei cronisti presenti – qualche passo in avanti lo stiamo facendo. Ma il campionato continua».…”

Leggi qui le pagelle di Novara-Frosinone

Leggi qui la cronaca di Novara-Frosinone

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright