Longo applaude il Frosinone: “Questa vittoria ci fa lavorare con serenità” (di A. Salines)

Alessandro Salines

Lo sport come passione

di Alessandro SALINES
Giornalista
in zona Cesarini

 

 

SALA STAMPA / Il tecnico analizza la gara vinta contro il Cittadella: “Grande spirito”

Longo: “Un successo importante che ci regala
tanto entusiasmo ma le partite finiscono
solo quando l’arbitro fischia tre volte”

Per l’allenatore il calo era prevedibile: “I carichi di lavoro sono diversi, serviva più cinismo”

 


AVELLINO –
Missione compiuta. Moreno Longo alla fine di Frosinone-Cittadella può pronunciare la parolina magica: continuità. “Un successo importante che ci consente di dare continuità ai risultati alla vigilia di due impegni severi con Pescara e Bari – osserva il tecnico giallazzurro – Inoltre abbiamo battuto un’avversaria di tutto rispetto al termine di una gara difficile. Tra l’altro per noi era la quarta trasferta consecutiva, considerando la Tim Cup. Vincere aiuta a vincere e crea positività nell’ambiente”.

 

Longo è soddisfatto. Rispetto alla sfida vinta a Vercelli ha notato progressi. “Credo che la squadra abbia mostrato segnali di crescita – aggiunge l’allenatore – La prestazione offerta oggi (ieri ndr) conferma la bontà del lavoro che stiamo portando avanti durante la settimana. Eravamo consapevoli che il Cittadella era più rodata di noi e quindi siamo stati bravi ad interpretare la gara al meglio. Ogni qualvolta abbiamo ha sfondato sulle fasce, i granata sono andati in difficoltà. Loro puntano sulla densità e giocano a memoria. Fin quando la squadra ha avuto lucidità e gamba siamo stati pericolosi ma bisogna essere più cinici”.

 

Non sono tutte rose e fiori. Nella ripresa il Frosinone è calato subendo il ritorno dei veneti. Longo non è rimasto sorpreso. “Negli ultimi 20′ abbiamo faticato – sottolinea il trainer – I carichi di lavoro sono differenti e non c’è da preoccuparsi. Dall’altra parte ho visto grande spirito e volontà”. L’appunto non manca. “Dobbiamo capire che sul 2-0 le partite non sono chiuse – ammonisce Moreno Longo – Ne ho viste tante di gare perse quando sembravano già finite. Pur concedendo poco, abbiamo permesso al Cittadella di rientrare in partita”.

 

Oltre al Frosinone, a punteggio pieno Perugia, Parma e Carpi. “Da parte nostra queste due vittorie ci devono far lavorare con serenità e entusiasmo ma la strada è molto lunga. Impossibile fare già bilanci”, sostiene Longo che spiega le sue scelte tattiche. “Paganini è in forma come d’altronde Matteo Ciofani. Non ho schierato Citro in quanto reduce da un problema fisico e non è ancora al meglio”. Anche Maiello è sembrato in ritardo: “Non può essere al top ma secondo me ha disputato una buona partita fin quando le gambe lo hanno sostenuto – dice Longo – Era la sua prima gara dall’inizio ed era prevista la staffetta con Gori, reduce da un attacco febbrile. La tenuta fisica lo ha condizionato in fase di palleggio ma è normale”.

 

 

Foto: copyright Mario Salati, tutti i diritti riservati all’autore

 

Entra nella stanza di A.Salines con tutti i suoi articoli

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright