Longo cala gli assi Dionisi e Soddimo per espugnare il ‘Del Duca’ (di A. Salines)

Foto copyright Frosinone Calcio
Alessandro Salines

Lo sport come passione

Domani sera alle 20.30 turno infrasettimanale contro la squadra bianconera reduce da due sconfitte di fila

Il Frosinone difende il primato ad Ascoli
Longo punta sull’entusiasmo ed avverte:
“Mai abbassare la guardia e la tensione”

Il tecnico giallazzurro annuncia un mini turnover (3-4 cambi). Dopo la squalifica rientrano Soddimo e Dionisi

Non c’è tempo per cullarsi sugli allori della bella vittoria col Bari e del primo posto. Gli esami non finiscono mai ed in serie B questo concetto è addirittura esasperato. Domani sera si torna a giocare nel primo turno infrasettimanale, valido come quinta giornata d’andata. Il Frosinone sale ad Ascoli nella prima delle due trasferte di fila (sabato in campo a Perugia). Impegno severo al ‘Del Duca’ e Moreno Longo avvisa i naviganti. “Gara difficile contro una buona squadra che gioca palla a terra – sostiene il tecnico canarino nella sala stampa della Città dello Sport di Ferentino – E’ un mix di elementi esperti e giovani tra i quali l’attaccante Favilli che la stagione scorsa è stato tra i migliori baby del campionato. È una formazione che secondo me potrà recitare un ruolo di primo piano in questo torneo. E non bisogna trascurare il fattore ambientale”. Tra l’altro il Frosinone troverà una formazione arrabbiata, penultima con soli 3 punti e 2 ko di fila sul groppone. I tifosi sono già in subbuglio.

Longo traccia la rotta. “Dobbiamo restare con i piedi per terra e continuare a lavorare per migliorare gli aspetti negativi come la fase difensiva – aggiunge l’allenatore – Abbiamo segnato diversi gol ma la squadra ne ha incassati troppi. L’entusiasmo è importante e speriamo di riuscire ad alimentarlo anche se i momenti difficili sono fisiologici ma noi dovremo essere bravi a gestirli. Mai abbassare la guardia ed allentare la tensione”. Longo è sincero e non pensava ad un rendimento così importante dopo 4 gare. “Non mi aspettavo questi risultati considerando pure che abbiamo giocato sempre fuori casa – prosegue – I ragazzi hanno mostrato grande maturità giocando sempre come se fossimo in casa. Abbiamo avuto sempre un atteggiamento propositivo, non ci siamo mai abbassati di fronte alle difficoltà. Anche in uno stadio come quello dell’Udinese al cospetto di un’avversaria di categoria superiore. Ma gli ostacolo non finiti, ci ancora altre trasferte. Comunque andiamo avanti una gara per volta con la mentalità che ci ha contraddistinto finora”.

Nelle prossime due gare così ravvicinate effettuerà un turnover ragionato. Niente rivoluzioni. Ci mancherebbe altro. Cambierà 3-4 elementi. Rientreranno dalle squalifiche Soddimo e Dionisi. Frosinone al gran completo ad eccezione di Brighenti che sabato potrebbe giocare con la Primavera per riprendere il ritmo-partita. Longo non si sbilancia ma fa capire che sta meditando di ripresentare il tridente.

“Per quanto riguarda il modulo abbiamo ancora 24 ore per stabilire la strategia per affrontare l’Ascoli – afferma il trainer – Servirà il miglior Frosinone per andare a vincere. Quanto allo schieramento, sappiamo che il 3-4-2-1 è l’alternativa tattica che cidanno giocatori come Dionisi e Soddimo e non è detto che già da Ascoli non riproporremo il tridente. Su Soddimo posso dire che è in grado di ricoprire il ruolo di trequartista nel 3-4-2-1 e di mezzala nel 3-5-2”.

Ed i giovani? E’ arrivato il loro turno o ancora no? “Sono in crescita – spiega Longo – Parlo di Matarese che non era abituato ad un campionato senior mentre Besea già ne aveva affrontati due con il Modena. Matarese sta crescendo molto e stiamo cercando di dargli un’opportunità. Non sappiamo quando ma comunque il ragazzo se la sta meritando tutta. Besea sicuramente è un’ alternativa che potremmo prendere in considerazione”.

Uno sguardo al campionato dopo un mese di lavori in corso. “Mi aspettavo questo tipo di valori – sottolinea il trainer – Per quanto riguarda le formazioni affrontate da noi, Bari e Pescara sono due signore squadre. Che come noi sono alla ricerca di un maggiore equilibrio. Se penso al Palermo, che oggi ha qualche punto di ritardo, è la dimostrazione di come la serie B nasconda delle insidie. Non contano i nomi ma il campo”.

MARESCA. “Sarà una sfida contro una delle squadre più forti del campionato: 3-5-2 o 3-4-3 sono i moduli che hanno già proposto, vediamo domani come si presenteranno, ma, al di là dell’avversario, dobbiamo pensare a noi”, dice a picenotime.it Enzo Maresca che guida l’Ascoli in tandem con Fulvio Fiorin. L’ex centrocampista di Juve, Valencia e Palermo è fiducioso.

“Dal punto di vista dei risultati siamo in difficoltà mentre dal punto di vista del gioco è evidente un miglioramento partita dopo partita. Se col Novara avessimo vinto – quello che meritavamo – o pareggiato, oggi non staremmo a parlare di crisi. Certo, ci sarebbe piaciuto avere qualche punto in più. A nostro avviso siamo in forte crescita, non ci aspettavamo che la squadra assimilasse così in fretta l’idea di gioco che vogliamo imprimere. Sono trascorsi due mesi da quando ci siamo radunati a luglio e, se qualcuno si aspettava identità di gioco e risultati fin da subito, forse ha fatto un errore di valutazione. Questa squadra non può far altro che migliorare”.

FORMAZIONI. Il Frosinone come detto recupera Dionisi che dovrebbe partire titolare come mezzapunta nel 3-4-2-1. Con lui potrebbe debuttare dal 1′ Citro. Confermato Daniel Ciofani terminale offensivo. A centrocampo spazio a Frara e Beghetto sugli esterni ma non è esclusa una conferma di Crivello ed un inserimento di Soddimo come mezzala. Matteo Ciofani sembra indiziato a tornare nel trio di difesa al posto di Krajnc. L’Ascoli dal canto suo scenderà in campo con un 4-2-3-1. Davanti al portiere ciociaro Lanni, i difensori saranno Cinaglia, Padella, Gigliotti e Mignanelli. In mediana Carpani e Buzzegoli, sulla trequarti agiranno Varela, Clemenza e Baldini. In attacco il giovane bomber Favilli.

ARBITRO. Sarà Daniele Minelli ad arbitrare il match Ascoli-Frosinone. Il 35enne fischietto della sezione di Varese sarà coadiuvato dagli assistenti Enrico Caliari di Legnago e Luigi Lanotte di Barletta, quarto ufficiale Matteo Marchetti della sezione di Ostia Lido.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright