Il Ministro-calciatore Lotti taglierà il nastro dello Stadio ‘Benito Stirpe’ (di A. Salines)

Foto copyright Federazione Italiana Gioco calcio
Alessandro Salines

Lo sport come passione

Il Frosinone svela il programma della manifestazione che si terrà giovedì 28 settembre a partire dalle 17. Prevista un’amichevole tra Ciofani e soci e la Primavera
‘Benvenuti a casa’: l’inaugurazione
dello Stadio ‘Stirpe’ sarà una kermesse
ricca di emozioni, calcio e spettacolo

Annunciato un parterre d’eccezione con Giovanni Malagò, presidente del Coni, e Carlo Tavecchio, numero uno della Figc

A tagliare il fatidico nastro dello Stadio ‘Benito Stirpe’ alle 6 di pomeriggio di giovedì 28 settembre non poteva che essere che lui, il Ministro Luca Lotti, renziano di ferro e della prima ora. E non solo perché è il titolare del Dicastero dello Sport ma anche perché il calcio è roba sua. Lotti infatti è stato un calciatore, ruolo centrocampista di rottura alla Iachini, detto il ‘Biondo’. Ha militato in diversi club toscani come l’Impruneta, il Montespertoli ed il Certaldo, il paese di Luciano Spalletti del quale è grande amico.

Non solo. Come il padre Marco è allenatore e fino a qualche tempo fa si occupava dei Pulcini del Montelupo, la squadra del comune vicino Empoli di cui è originario. Insomma la persona giusta al posto giusto. Lotti è un grande appassionato di calcio, custodisce gelosamente un autografo di Pep Guardiola e tra l’altro è nato il 20 giugno del 1982 pochi giorni prima la finale dei Mondiali vinta dall’Italia. E non ultimo, è un sostenitore convinto degli stadi di proprietà e sta lavorando per far partire quello della Roma.

Come annunciato la settimana scorsa, in mattinata il Frosinone ha svelato il programma dell’inaugurazione del nuovo avveniristico Stadio Stirpe. ‘Benvenuti a casa’ è lo slogan che accoglierà i tifosi giallazzurri che accorreranno per assistere alla storica apertura dell’impianto. La direzione artistica dell’evento è curata da Carolina Gennaro ‘In Arte Carola’. Si comincerà alle 17. Sul campo sfileranno i protagonisti operativi della grande impresa, vale a dire le Ditte di Costruzione che in questi 12 mesi hanno prestato la loro opera. Subito dopo passerella per la Scuola Calcio e per il Settore Giovanile. Alle 17.15 sarà la volta degli Sbandieratori di Cori. Quindi la Marcia sincronizzata della Banda di Amaseno del maestro Como. Alle 18 il clou con il taglio del nastro e gli interventi delle Autorità.

Non mancherà il calcio giocato con l’amichevole tra il Frosinone e la Primavera fissata per le 18.45. Poi spettacolo e musica. Una scelta non casuale. Lo stadio infatti in futuro dovrà ospitare anche concerti e manifestazioni culturali. Di scena la Show Dance ‘Ciak the Lion’ (40 danzatori provenienti da tutta Italia coreografati da Alessia Gatta, docente internazionale e direttrice artistica del centro ‘Matrice N’ di Alatri e della ‘Ritmi Sotterranei’ contemporary dance company) e Soul System direttamente da X-Factor. Quindi il gran finale dei Lux Arcana che daranno vita a giochi di luci.

GLI OSPITI. Come detto sarà il Ministro Luca Lotti a tagliare il nastro. Il mondo dello sport sarà rappresentato ai massimi livelli con Giovanni Malagò, presidente del Coni, Carlo Tavecchio, numero uno della Federcalcio e Giancarlo Abete, vice presidente dell’Uefa. Il presidente Maurizio Stirpe ha invitato tutti i sindaci della provincia a dimostrazione di come lo stadio sia un’opera che dovrà gratificare l’intera Ciociaria e non solo Frosinone. Ovviamente saranno presenti il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani, la Giunta ed il Consiglio comunale come anche il Presidente della Provincia Antonio Pompeo ed il Consiglio provinciale. Non mancheranno il Prefetto Emilia Zarrilli, il Governatore del Lazio Nicola Zingaretti, i Parlamentari ed i Consiglieri regionali eletti in Ciociaria.

Annunciati il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia ed i componenti della Giunta. Sarà presente Luigi Abete, past president di Confindustria e presidente della Bnl. Sono stati invitati i vertici ed i giornalisti di Sky compresa la bella Diletta Leotta, la signora della serie B. E poi i direttori dei giornali nazionali e locali e delle emittenti televisive. Il presidente Stirpe ha chiamato a sè gli allenatori e i direttori sportivi che si sono succeduti durante la sua presidenza iniziata nel 2003-2004. Hanno già confermato la loro presenza personaggi che hanno segnato indelebilmente la storia del Frosinone come l’ex dg Enrico Graziani ed il tecnico Roberto Stellone che firmò la promozione in serie A. Nelle prossime ore dovrebbero arrivare le adesioni di Francesco Giorgini, Daniele Arrigoni, Ivo Iaconi, Alberto Cavasin, Piero Braglia, Francesco Moriero, Guido Carboni, Salvatore Campilongo, Carlo Sabatini, Eugenio Corini, Pasquale Marino e Mauro Meluso.

PROLOGO. Il giorno prima alle ore 11, il presidente Maurizio Stirpe e il sindaco Nicola Ottaviani inaugureranno la sala conferenze dello Stadio ‘Benito Stirpe’ nella quale, contemporaneamente, si terrà il primo incontro con la stampa. Al termine dell’incontro verranno illustrate ai giornalisti presenti le caratteristiche dell’impianto con una visita guidata all’interno della struttura.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright