Natale allo stadio a tifare Frosinone

Giovanni Lanzi

Se lo chiamano 'Il Maestro' non è un caso

 

di GIOVANNI LANZI
Giornalista temporaneamente senza carta

 

 

Come da tradizione il massimo campionato inglese di calcio è stato il primo dei grandi tornei d’Europa a non fermarsi per le vacanze di Natale. Mentre il resto d’Europa, compreso quindi l’Italia pallonara, faceva le valigie tra il 20 e 21 dicembre per fuggire a riposare al calduccio della casa in famiglia o in mari esotici.

La serie B italiana si è adeguata in corsa e lo scorso anno ci fu addirittura il boom di spettatori a Natale, grazie anche ai cugini danarosi della A che non avevano rinunciato alle meritate vacanze (la lega di A inaugurerà il famoso boxing day dalla prossima stagione).

E che succede a Frosinone? Bisognava andare in controtendenza. Sull’’onda emotiva del populismo sfrenato. Far parlare di Frosinone anche quando sarebbe stato preferibile un sano e costruttivo silenzio. O meglio un allineamento tacito e tranquillo sulle posizioni dettate da Figc e Lega e santificate dal Ministero dell’Interno.

Per Frosinone-Benevento del 24 dicembre nei mesi scorsi si è riusciti nell’’impresa di far scomodare un tavolo che nemmeno per la firma del trattato di Maastricht firmato nel ’’92 sulle riva della Mosa. Un tavolo al quale parteciparono autorità anche dal capoluogo sannita, per non parlare del presidente Abodi e del presidente del Frosinone Stirpe. E che  si è rotto subito, praticamente. In un fragore assordante di questioni ovvie. Perché il 24 dicembre Frosinone-Benevento si giocherà, come è giusto che sia.

Perché è la vigilia di Natale, perché se vogliamo riportare gente allo stadio quale clima migliore se non quello magico che gli inglesi, con il loro calcio, vivono da anni come una vera festa?

I commercianti avevano alzato gli scudi e montato la protesta perché la partita sarebbe stata da ostacolo agli acquisti last minute? Ma poi sarà vero che erano tutti ma proprio tutti i commercianti o due o tre?

Ah, dimenticavamo che Frosinone si era fatta promotrice per la candidatura anche per le Olimpiadi 2024…. E allora ci sta davvero tutto, anche cercare di cambiare il calendario della serie B per un ‘incassetto’ in più e scomodare un tavolo per parlare del nulla.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright