Il PaGGellone di Spezia – Frosinone (di G. Giuliani)

Daniel Ciofani: ritorno al gol con quella dedica particolare. Difesa ancora sugli scudi. Beghetto sfortunato protagonista.

Giovanni Giuliani

Giornalista malato di calcio e di storie

BARDI 6,5

Realmente impegnato solo in un’occasione e’ bravissimo sulla girata di Giani e per poco non rovina la festa a Gilardino sul rigore. Come sempre una garanzia.

 

BRIGHENTI 6

In un reparto difensivo ancora un volta irreprensibile fa il suo con la solita prova intelligente e”tosta” allo stesso tempo. Diligente.

 

TERRANOVA 6,5

Insieme ai compagni riesce a prendere le misure a Gilardino e compagni. E se alla fine il Frosinone viene ripreso solo per un rigore generoso un motivo ci sarà.

 

KRAJNC 6,5

Rimesso nella mischia per la squalifica di Ariaudo dimostra di non essere affatto arrugginito. Con le buone e con le cattive sbaglia quasi nulla. Promosso.

 

M.CIOFANI 6

Prestazione fatta di grande abnegazione. Come al solito ci mette tanto impegno. Esempio di continuità.

 

MAIELLO 6

In una mediana ridotta all’osso si ritrova a fare da guida anche al giovane Besea. Lui fa tutto con estremo ordine e con le sue innate qualità.

 

BESEA 6

Non si risparmia, lotta, prova a recuperare palloni. Alla fine ne esce fuori una prestazione onesta e positiva. Il ragazzo si farà.

 

BEGHETTO 6

Nel primo tempo e’ molto propositivo. Col suo sinistro fatato mette cross interessanti ed anche in copertura ha poche sbavature. Nella ripresa e’sfortunato attore protagonista in occasione del penalty concesso dal signor Marinelli.

 

CIANO 6,5

Il meglio di se lo da’nel primo tempo quando in tre occasioni mette in apprensione Di Gennaro. Tutta la sua classe e la sua imprevedibilità si vedono proprio in questi tre lampi che meriterebbero maggior fortuna. Cala nella ripresa fino alla sostituzione.

(dal 22esimo s.t.) Crivello 6: nella parte cruciale del match Longo lo butta dentro e lui non si risparmia. Al solito. Su di lui si può sempre contare.

 

D. CIOFANI 6,5

Quel gol lo aspettava e lo aspettavamo da quasi due mesi. Per lui e’ il giusto premio anche perché, nelle precedenti gare senza timbrare il cartellino, non si è certo risparmiato. E poi quella dedica per Sammarco..Applausi infiniti.

 

DIONISI 6

La sufficienza e’soprattutto per lo spunto in occasione del gol di Daniel Ciofani. Nel primo tempo ci priva in due occasioni. Ci ripetiamo: il suo pieno recupero servirà come manna dal cielo per le fortune giallazzurre. Diamo tempo al tempo .

(Dal 36esimo s.t.) CITRO s.v. Fa anche in tempo a buttarla dentro, peccato che tutto sia vanificato dal fischio precedente del signor Marinelli.

 

LONGO 6,5

Lui non voleva alibi. Le assenze, aveva detto, non dovevano diventare una scusante. E per poco il suo Frosinone non ha espugnato quel Picco mai violato nella storia. Alla fine il risultato gli va anche un po’ stretto ma il mister continua, giustamente, a spingere su quell’amato concetto chiamato continuità.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright