Frosinone ko a Parma ma a testa alta

Decide la sfida un rigore assegnato per presunto fallo di Paganini su Kucka. La formazione di D'Aversa avanza e trova la Roma. Dopo un primo tempo che si era chiuso con i ducali avanti di una rete, l'undici di Nesta trova il pari con Trotta e fallisce almeno 3 palle-gol

Giovanni Lanzi

Se lo chiamano 'Il Maestro' non è un caso

PARMA (4-3-3): Colombi; Laurini, Gagliolo, Dermaku, Pezzella; Barillà, Brugman, Hernani; Siligardi, Adorante, Sprocati.

A disposizione: Alastra, Corvi, Iacoponi, Kucka, Darmian, Artistico, Balogh, Kulusevski..

Allenatore: D’Aversa.

FROSINONE (3-5-2): Iacobucci; Salvi, Szyminski, Capuano; Paganini, Tribuzzi, Vitale, Haas, Eguelfi; Matarese, Trotta.

A disposizione: Bardi, Bastianello, Zampano, Gori, Maiello, Dionisi, Citro, Beghetto, Ariaudo, Novakovich, Brighenti, Ciano.

Allenatore: Nesta.

Arbitro: sig. Federico Dionisi de L’Aquila; assistenti sigh. Giovanni Baccini di Conegliano Veneto (Tv) e Fabio Schirru di Nichelino (To); Quarto uomo sig. Daniele Minelli di Varese.

Marcatore: 20’ pt Siligardi, 25’ st Trotta, 45’ st Kucka (rig).

Note: spettatori: 1.190 di cui 41 da Frosinone per un incasso di euro 13.354,00; angoli: 8-1 per il Parma; ammoniti: ; recuperi: 0’ pt; 4’ st

Un rigore al 90’ realizzato da Kucka per fallo dubbio di Paganini sullo stesso ex milanista decide la sfida del ‘Tardini’. Che il Frosinone ha sicuramente gettato alle ortiche, con tanto di qualificazione a sfida alla Roma, con almeno tre occasioni sprecate sul punteggio di 1-1 da Citro. Al termine dei primi 45’ Parma in vantaggio grazie alla rete firmata da Siligardi al 20’.

Frosinone deciso nella ripresa, fioccano le palle-gol e Trotta trova il pari al 25. Parma in bambola ma il Frosinone spreca. E al 90’ viene punito da un penalty alquanto dubbio.

GLI SCHIERAMENTI
Parma-Frosinone, il riscaldamento

Nella formazione di casa non ci sono Alves, Cornelius, Scozzarella, Gervinho, Grassi, Inglese e Karamoh. In panchina il nipote di Edoardo Artistico, ex attaccante del Frosinone fine anni Ottanta.

D’Aversa schiera davanti a Colombi, da destra a sinistra Laurini, Gagliolo, Dermaku e Pezzella. In mezzo al campo Brugman è il regista, Barillà ed Hernani le mezze ali. In attacco esordio dell’attaccante di casa Adorante, Sprocati e Siligardi che agiscono da attaccanti esterni.

Nel Frosinone c’è l’ampio turn over annunciato. In porta Iacobucci che del Parma è un ex. In difesa esordio assoluto per Szymisnki da centrale, con Salvi sul centrodestra e Capuano confermato sul centrosinistra. In mezzo al campo Vitale è il regista al posto di Maiello, Haas e Tribuzzi gli intermedi, esordio assoluto per Eguelfi da quinto di sinistra, Paganini si tiene maglia e posizione anche per la squalifica che lo ha messo fuoricausa per domenica a Castellammare di Stabia. In attacco coppia inedita Matarese-Trotta. Gli unici titolari domenica con l’Empoli sono Capuano, Haas e Paganini.

LA SBLOCCA SILIGARDI
Parma-Frosinone, l’esultanza dopo il gol dell’1-0

Fase di studio tra le due formazioni, nessuna delle due forza la giocata. Al 4’ buona palla di Matarese per Eguelfi che sceglie di entrare dentro il campo ma il controllo non è dei migliori.

Al 5’ Paganini serve dentro un pallone interessante, sula respinta della difesa di casa il drop di Trotta finisce in curva. Ritmi blandi, le due squadre cercano più intesa e geometrie che affondi nel cuore delle difese avversarie.

La prima conclusione della serata, dopo un lungo giropalla della squadra di casa, è di Pezzella con Iacobucci che blocca bene a terra. Il Frosinone risponde con un’azione di Paganini, palla centrale per Matarese che non ha un controllo sopraffino da posizione interessante anche se spalle alla porta, la botta di Tribuzzi incoccia sulle gambe di Paganini e termina fuori.

Il Parma pericoloso al 12’: punizione da trequarti campo, sponda di Hernani con il pallone che piomba all’altezza dell’area piccola, bravo Capuano a leggere per tempo il pericolo e deviare in angolo. Sale di intensità la pressione dei ducali, al 14’ Iacobucci col brivido ma il Frosinone si salva col solito onnipresente Capuano. La squadra di Nesta tesse una tela infinita, il problema in questa fase iniziale è trovare sbocchi sulle punte. Da un fallo di Dermaku su Matarese al 17’ c’è l’occasione di una punizione per Vitale, palla non lontano dall’incrocio alla destra di Colombi.

Sul ribaltamento di fronte il Parma passa: poca pressione dei canarini sulla catena di sinistra, palla sul vertice dell’area grande per Siligardi che si sposta sul sinistro e disegna una parabola che si infila sul secondo palo.

MONOLOGO DEL PARMA
Parma-Frosinone

Al 25’ una ripartenza dal basso di Tribuzzi, l’ex avellinese caracolla per 50 metri ma il passaggio non è dei migliori. È sempre la squadra di casa a fare la partita, al 27’ il Frosinone si salva sulle percussioni in area da parte di Sprocati e Siligardi.

Continua la difficoltà del Frosinone ad esprimere qualcosa di interessante dalla cintola in su, Trotta e Matarese imbrigliati sistematicamente. Siligardi poco dopo la mezz’ora si presenta al limite dell’area in posizione centrale, Capuano in scivolata tocca col braccio e per l’arbitro è punizione che lo stesso Siligarsi spara sulla barriera.

Ancora il Parma pericoloso dentro l’area del Frosinone, palla morbida di Siligardi per Brugman che aggancia ma il pallone gli scivola fuori. Il baby Adorante in evidenza, controllo ad aggirare Salvi, diagonale e palla che termina di poco fuori sul secondo palo. Al 40’ si accende Tribuzzi nell’area del Parma, palla sul secondo palo, Trotta sparacchia. Erroraccio di Haas che al 42’ spiana la strada al contropiede del Parma ma Sprocati si lascia sorpassare dal pallone e l’azione sfuma.

A tempo scaduto è Brugman a costringere Iacobucci ad una deviazione in angolo. Il tempo si chiude su un’altra deviazione in angolo della difesa canarina ma per l’arbitro è il momento di andare negli spogliatoi.

TRIBUZZI, OCCASIONISSIMA
Parma-Frosinone

Si ricomincia senza cambi tra i 22 in campo. Cerca di suonare la carica Tribuzzi, fallo di mano in partenza. E il Parma riparte, palla da Sprocati a Adorante, destro smozzicato che termina a fondo campo.

È un Frosinone leggermente più intraprendente rispetto a quello della prima frazione di gioco. Paganini al 5’ cerca lo strappo centrale, subisce fallo ai 30 metri ma la punizione di Vitale è senza pretese e facile preda di Colombi. I tentativi di reazione ci sono, a mancare è l’intesa quando l’area di rigore avversaria si avvicina a portata di tiro.

Il Parma sornione al 10’ sfiora il 2-0: la squadra di D’Aversa vince un paio di duelli sulla catena di sinistra, tocco per Adorante che vuole emulare Siligardi, palla che termina di poco fuori. Replica del Frosinone, Matarese si fa notare nell’area del Parma ma Dermaku fa valere la maggiore fisicità e lo accompagna fuori senza concedergli la chance dell’angolo.

È il Parma che accarezza ancora la chance del raddoppio, ci prova Barillà ancora con una palla a giro, attento Iacobucci a deviare. Entra Brighenti per Capuano al 16’, dentro anche Kucka per Barillà al 17’. E Frosinone finalmente pericoloso al 18’ con Tribuzzi che si fa trovare in posizione invitante, destro di prima intenzione e deviazione decisiva di Gagliolo in angolo. Prima fiammata del Frosinone di tutta la partita dopo 63’.

TROTTA-GOL E ORA FIOCCANO LE OCCASIONI
Parma-Frosinone

Ma ci vuole una grande parata di Iacobucci al 21’ su una punizione disegnata da Hernani per fallo di Paganini sullo stesso centrocampista parmense. È un altro Frosinone, ribaltato rispetto a quello impalpabile del primo tempo. Si fa vedere Trotta, bravo sul primo controllo e veloce nel tiro deviato.

È ancora Trotta in area parmense a prendere d’infilata Laurini, botta deviata dal muro della difesa di casa, Tribuzzi svirgola. Ma il pareggio del Frosinone è nell’aria e arriva sull’asse Eguelfi-Trotta: cross del giocatore scuola Atalanta, l’attaccante controlla, esce dalla figura dei difensori di casa e con un sinistro infila Colombi. Terzo gol in Coppa Italia per Trotta.

D’Aversa toglie Adorante, dentro Kulusvevski. Ma è ancora Trotta ad innescare un contropiede al 29’, autoassist sul tocco della difesa  del Parma, palla per Citro deviata, quindi miracolo di Colombi sui Paganini.

La sfida adesso è apertissima, affonda la squadra di D’Aversa, Sprocati dal limite colpisce il palo alla sinistra di Iacobucci che poi vede il pallone sfiorare l’incrocio alla sua sinistra sul colpo di testa di Kucka. Il Frosinone non demorde, tocco di Paganini per Tribuzzi, Colombi blocca a terra con una mano prima di abbrancare la sfera.

CITRO SPRECA DUE PALLE-GOL
Parma-Frosinone

È del Frosinone la palla-gol al 38’: Citro si fa trovare su un retropassaggio azzardato del Parma, davanti a Colombi spedisce fuori sul primo palo. Ed è ancora Citro a fallire un’altra ghiottissima palla gol al 40’ dopo una lunga triangolazione partita dal piede di un Paganini in grande spolvero.

Il Parma si catapulta nell’area del Frosinone, collisione aerea tra Iacobucci e Hernani con il portiere canarino che deve ricorrere alle cure dei sanitari. Al 90’ su azione d’angolo, Paganini in corsa si appoggia a Kucka, rigore dubbio che Hernani realizza spiazzando Iacobucci. Parma in vantaggio.

Nei 4’ di recupero non accade più nulla. Avanzano i ducali, al Frosinone resta il rimpianto delle occasioni sprecate.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright