Piccole donne crescono e… sognano. Rinasce il volley ciociaro

L’Assitec Saluspro giocherà i playoff per la promozione in Serie A2 femminile. Dopo l’addio della Globo Sora ai palcoscenici nazionali, è il club del presidente Silvia Parente a diventare la punta di diamante della pallavolo provinciale.

Alessandro Salines
Alessandro Salines

Lo sport come passione

Il rilancio del volley provinciale riparte da Sant’Elia Fiumerapido, ha il volto gentile di un gruppo agguerrito di giovani donne e l’organizzazione di una società-modello. Dopo l’addio doloroso della Globo Sora ai palcoscenici nazionali, è l’Assitec Saluspro a diventare la punta di diamante della pallavolo ciociara. Il traino di un movimento da sempre importante ma ferito dai morsi della crisi dovuta alla pandemia. (Leggi qui Stavolta la favola non ha il lieto fine: il Sora rinuncia alla Superlega).

Le ragazze della Assitec Volley

Il club, guidato dalla presidente Silvia Parente, non ha voluto arrendersi e sogna la storica promozione in Serie A2 femminile. E rinverdire così i fasti del passato quando altre società della provincia come Sora e Frosinone hanno militato nel campionato più prestigioso.

La squadra del coach sanmarinese Alessandro Della Balda si è infatti qualificata ai playoff che scatteranno il 12 maggio. Servirà ovviamente un’impresa per conquistare la Serie A2 ma a Sant’Elia non si pongono limiti tanto che il roster è stato rinforzato con 4 innesti di esperienza e qualità proprio per non lasciare nulla d’intentato in vista della seconda fase.

UN EXPLOIT CHE VALE DOPPIO

A prescindere da come andrà a finire, la stagione dell’Assitec Saluspro è stata straordinaria. Non era affatto semplice competere ad alto livello in un campionato difficile come la B1 e rivoluzionato nella formula a causa del covid. E poi senza pubblico e con l’incubo del virus sempre in agguato le difficoltà si sono moltiplicate a dismisura per una formazione che rappresenta un paese di neanche 6 mila anime.

Ed invece il club di Sant’Elia ha trovato energie e risorse per primeggiare fino a sbarcare nei playoff. I numeri non mentono. Le ragazze di Della Balda hanno collezionato 15 punti in 9 partite. Cinque vittorie e 4 sconfitte, 16 set vinti e 14 persi, 688 punti fatti e 644 subiti. Devono recuperare la gara con la Connetti.it (si giocherà giovedì alle 19 al palazzetto “Iaquaniello” di Sant’Elia) che decreterà la posizione finale di classifica (terza o quarta) dalla quale saranno disputati i playoff.

Alessandro Della Balda

Il coach Della Balda, 57 anni con trascorsi in diverse società di mezz’Italia (San Marino, Gabicce, Benevento, Ugento, Firenze, Alsenese, Montecchio, San Giustino, Cadeo e Club Italia) è riuscito a costruire una squadra affiatata e tecnicamente valida. La dirigenza ha effettuato un mercato mirato ed ora completato con gli arrivi last-minute delle palleggiatrici Valeria Volpe (ex IHF Frosinone) e Sofia Turlà, della schiacciatrice Melissa Donà (scudetto con Novara nel 2016 e tanta Serie A sulle spalle) e dell’opposto Lucija Giudici.

TRADIZIONE E PROGRAMMAZIONE

A Sant’Elia il volley è di casa e vanta una tradizione di tutto rispetto tanto che nel 2018 la società è stata premiata dal Comitato regionale della Federvolley per il suo ventennale. Insomma una realtà consolidata grazie al lavoro di un manipolo di appassionati che negli anni ha portato avanti l’attività consentendo a tanti giovani di praticare sport.

Le ragazze dopo l’ultima vittoria

I playoff per l’A2 rappresentano solo l’ultima tappa di un percorso costellato da 7 promozioni in 14 anni, dalla Terza divisione alla B1 conquistata sempre nel 2018.

I risultati dell’Assitec Volley non sono casuali ma frutto di programmazione ed investimenti. Accanto alla prima squadra c’è anche un settore giovanile sul quale la società punta forte. Adesso il sogno-Serie A per scrivere un’altra pagina di storia e restituire alla provincia la vetrina più prestigiosa.   

Guarda qui la gallery dell’Assitec Volley