Daniel Ciofani: «Sbagliata la lettura della partita» (di G.Lanzi)

Giovanni Lanzi

Se lo chiamano 'Il Maestro' non è un caso

 

di GIOVANNI LANZI
Giornalista temporaneamente senza carta

 

 

Rimpianti e amarezza nella mixed-zone sulla sponda giallazzurra.
L’attaccante: “Però girone di andata ottimo”
Daniel Ciofani: “Sbagliata la lettura della partita”
Gli fa eco Bardi: “La testa all’Entella, bisogna ripartire al massimo. Ma c’è tanta rabbia”

 

 

VERCELLI – Nella zona mista si presentano per il Frosinone, Daniel Ciofani e Francesco Bardi. L’’attaccante non si nasconde e non è un caso che in prima linea dopo una sconfitta ci vada lui.

“Ci troviamo di fronte ad una di quelle partite –- dice Daniel Ciofani – che nascono storte e finiscono peggio, anche con l’espulsione di Crivello. Era una partita difficile e lo sapevamo. D’altronde sul campo sintetico io l’ho sempre detto, anche quando abbiamo vinto tre partite in precedenza, che si tratta di un altro sport. Questa sera non siamo stati bravi ad adattarci alla gara ed al tipo di terreno che è cambiato anche tra il primo e secondo tempo perché poi è scesa un po’ di brina che rendeva il campo ancora più scivoloso”.

Niente alibi in ogni caso. Niente scusanti.
“Abbiamo sbagliato le letture di squadra. Comunque ci può stare un passo falso. Loro hanno provato a difendersi, ci sono riusciti e poi ci hanno colpito in contropiede. Ed in una azione da palla inattiva ci hanno fatto anche il secondo gol”.

Ciofani guarda nel viso la realtà. Che parla di una sconfitta inattesa, probabilmente dopo il ko con la Salernitana, la più inattesa. Paradossalmente il Frosinone ha perso punti pesanti con squadre che lottavano per la salvezza (il Brescia di inizio stagione) o lottano ancora (il Pisa, la Ternana, la Salernitana ed ora la Pro Vercelli).
“E’ una battuta di arresto che non ci doveva essere ma c’è stata. E quindi c’è rabbia. Adesso stacchiamo un po’ ma in pratica è come se non staccassimo mai perché ci rimane l’amarezza andando via da qui. Questa sconfitta però deve essere una base di partenza per il girone di ritorno”.

La lingua batte dove il dente duole.
“Non ci doveva stare questa sconfitta esterna, lo ripeto. Venivamo però da una vittoria al 90’ nel turno precedente con il Benevento. Che probabilmente ci ha tolto tante energie psicofisiche. E poi aggiungiamo anche l’impegno ravvicinato, la sosta imminente. Ci eravamo detti di fare l’ultimo sforzo, non ci siamo riusciti”.

Restano però i 38 punti, il 2° posto assoluto dopo 21 giornate durissime.
“Girone di andata ottimo, speriamo di fare un ritorno altrettanto buono. E poi quello che verrà sul campo lo accetteremo”.

Rimpianti. Si leggono sul volto di Francesco Bardi che esordisce spostando già l’asticella al 21 gennaio.
Questa sconfitta deve essere uno stimolo per la ripresa con l’Entella per partire ancora più forte: là dobbiamo dare il massimo”.

L’estremo difensore si appella all’equilibrio.
“Non dobbiamo esaltarci nelle vittorie né deprimerci nelle sconfitte, la cosa più importante in un campionato lungo come la serie B. E ripartire subito carichi”.

Ma rimane la scudisciata della sconfitta. Perché ai buoni propositi dell’anno che verrà fa da contraltare una prova generale nemmeno lontana parente delle più brutte in assoluto in questa stagione (Brescia su tutte fino a quest’ultima).
E’ stata una partita nella quale abbiamo commesso degli errori, li analizzeremo per porre rapidamente rimedio. Ci servirà da stimolo anche perché da gennaio partirà un altro campionato per tutti. Partite in cui dobbiamo dare tutto, mettere in campo il massimo per i nostri tifosi e per la società. Il Frosinone – dice ancora Bardi, quasi volesse parlare a tutti i compagni – deve avere la voglia e lo stimolo di andarsela a giocare ovunque”.

Poi c’è anche una piccola giustificazione che il portiere canarino prova ad inserire a chiusura dell’intervista.
Abbiamo fatto una lunga striscia positiva in questa prima parte del campionato, forse è anche normale arrivare un po’ stanchi. Ad inizio gennaio il richiamo alla preparazione ci permetterà di arrivare in maniera ottimale allo sprint finale”.
 

Leggi qui la cronaca di Pro Vercelli – Frosinone

 

Leggi qui Le Pagelle di Pro Vercelli – Frosinone
§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright