I tre tenori fanno già sognare i tifosi: Dionisi, Ciofani e Ciano scatenati (di A.Salines)

Alessandro Salines

Lo sport come passione

di Alessandro SALINES
Giornalista
in zona Cesarini

 

 

CALCIO / Il Frosinone s’impone 6-3. Torna Krajnc
I tre tenori fanno già sognare i tifosi: Dionisi, Ciofani e Ciano scatenati
A segno anche nel test contro l’Atletico SFF

 

RIETI – I loro acuti sono delizie per l’orecchio fine dei tifosi canarini. Rubano l’occhio e strappano applausi a scena aperta. Dionisi, Daniel Ciofani e Ciano, i 3 tenori del Frosinone di Longo, fanno sognare il popolo giallazzurro a suon di gol e giocate d’alta scuola. Anche oggi pomeriggio nella seconda amichevole, disputata nel ritiro del Terminillo, il trio di bomber lasciano il segno. Contro l’Atletico SFF, battuto per 6-3, firmano 4 delle 6 reti. Tutte di ottima fattura tra l’altro.

Pure se siamo ancora a luglio, non è un’eresia affermare che il reparto avanzato giallazzurro sarà il punto di forza del nuovo ambizioso Frosinone. In serie B rappresenta un valore aggiunto e possiamo dire che nessuna squadra vanta un tridente così forte. D’altronde i numeri parlano chiaro. Nei cadetti Dionisi, Daniel Ciofani e Ciano possono vantare in solido la bellezza di 170 reti.

Lo stesso tecnico Moreno Longo gongola: «E’ normale che tutti vogliono vedere in campo questo trio, sono io il primo a volerlo – ha detto al sito del club – Ma come sempre ci saranno degli equilibri di squadra da rispettare. Loro (Ciano, Dionisi, D. Ciofani, ndr) se daranno alla squadra la disponibilità nella fase di non possesso, quindi di riuscire comunque anche nella fase difensiva, potranno essere supportati dalla squadra. Dipenderà più da loro che da me».

Ma dietro ai tre tenori scalpita il baby Volpe, autore oggi della quinta marcatura. Centravanti possente, in Primavera ha segnato tanto ma la stagione scorsa è rimasto in naftalina. Il prossimo campionato sarà fondamentale per la sua crescita. Longo crede nei giovani e quindi l’attaccante beneventano deve approfittarne.

 

LA PARTITA
Dopo la goleada rifilata al Cantalice, il Frosinone come detto supera 6-3 l’Atletico SFF, compagine dell’Eccellenza laziale che annovera ottimi elementi come Tortolano, cecchino infallibile sui calci piazzati.

Longo mischia le carte e tra primo e secondo tempo schiera due formazioni differenti. Nell’undici di partenza 3-4-3 con il tridente Dionisi-Daniel Ciofani-Ciano. In difesa Terranova, Ariaudo ed il giovane Tarasco. Paganini e Beghetto ali, Sammarco e Gori interni. I canarini vanno al riposo sul 4-1. Apre Dionisi, momentaneo pari di Tortolano su punizione. Poi reti di Ciofani, Ciano ed ancora Dionisi.

Nel secondo tempo spazio per tutti gli altri tra i quali Russo, Matteo Ciofani, Soddimo e Volpe. Quest’ultimi due arrotondano il risultato prime delle reti dell’Atletico di Russo (autogol) e Lisari.

 

MERCATO
Verso il ritorno in maglia giallazzurra il difensore centrale Krajnc del Cagliari. Si ricostituisce così il trio arretrato con Terranova ed Ariaudo. Il giocatore dovrebbe arrivare con la formula del prestito con diritto di riscatto in caso di promozione in serie A. Dopo la stagione scorsa lo sloveno non sembrava rientrare nei piani della società ed invece il difensore nelle prossime ore si aggregherà al gruppo.

Il Frosinone ha superato la concorrenza del Bari che aveva messo nel mirino il centrale. Nel ritiro del Terminillo è in prova il giovane portiere Maniero (classe 1995), ex Mantova, Crotone, Pordenone e Padova.

 

 

Entra nella stanza di A.Salines con tutti i suoi articoli

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright