Inseguendo il mito-Viani, i bomber della serie B sognano record e gloria (di A.Salines)

Alessandro Salines

Lo sport come passione

di Alessandro SALINES
Giornalista
in zona Cesarini

 

 

L’attaccante toscano vanta da 78 anni il primato di reti (35) segnate in una stagione
Inseguendo il mito-Viani, i bomber della serie B sognano record e gloria
Il tridente giallazzurro Dionisi-Ciofani-Ciano vuole riscrivere la storia

 

 

Inseguendo il mito-Viani. Ad una settimana dall’inizio del campionato (venerdì prossimo l’anticipo alle 20.30 Parma-Cremonese) la batteria dei bomber di serie B si sta delineando. In queste ore ad esempio Caputo è in viaggio verso Empoli dopo la clamorosa rottura con l’Entella. Gli attaccanti lucidano il mirino per regalare punti pesanti alle proprie squadre. Non è una notizia che la differenza spesso e volentieri la fanno i cannonieri con le loro prodezze. Ma per i goleador cadetti c’è anche un motivo in più: attaccare il record di reti in B che resiste da 78 anni.

 

IL MITO VIANI. Il marcatore principe in un campionato di serie B è stato Vinicio Simonetto Viani, autore di 35 reti in 31 gare con la maglia del Livorno nella stagione 1939/40. Lo stesso Viani fu autore di 34 marcature nella Lucchese 1935/36. Soprannominato ‘Garone’ è morto l’11 giugno 1983 a Viareggio dove era nato 70 anni prima. E’ stato un autentico bomber. In carriera realizzò 223 gol in 363 partite (161 partite e 77 gol in serie A e 110 reti in 148 gare in B). Si è aggiudicato due volte la classifica marcatori di serie B, nel 1935-1936 con la Lucchese e nel 1939-1940 col Livorno. Ha militato tra le altre nella Fiorentina e nel Napoli. Una volta appesi gli scarpini al chiodo ha allenato per oltre 20 anni diversi club italiani come Empoli, Siena, Livorno, Verona, Maceratese, Como, Carrarese, Torres, Crotone e Ate Tixa, ultima sua panchina.

 

I ‘TRE TENORI’ SOGNANO IL RECORD. Tra gli attaccanti che possono ambire al primato di Viani ci sono sicuramente i 3 bomber giallazzurri. Punte che vanno in doppia cifra con estrema facilità e quindi non è un’eresia pensare ad un exploit come quello di sfondare il muro delle 30 marcature. Certo 35 reti sono tante ma provarci non costa nulla. Daniel Ciofani, Dionisi e Ciano sono reduci da stagioni importanti. Nel campionato scorso Dionisi ha messo a segno 17 gol, seguito da Daniel Ciofani con 16 e Ciano con 15. Insomma le premesse non mancano. In carriera hanno segnato caterve di gol. Ciofani è a quota 165 in 409 incontri. Nel Frosinone ne ha realizzati 59 in 164 match.

Per adesso però Daniel pensa ad un altro record e lo ha rivelato questa mattina in conferenza stampa: “Beh, se dovessi pensare al giorno che sono arrivato non avrei mai ipotizzato di poter concorrere a battere il record di gol con la maglia del Frosinone (lo detiene Santarelli con 64 marcature ndr) – dice – E’ sicuramente uno degli obiettivi della stagione. Per quanto riguarda il numero di reti: lo scorso anno ho fatto il primato in B e poi non siamo andati in A. Ne avrei voluti fare qualcuno in meno e magari raggiungere l’obiettivo di squadra che è sempre la cosa principale per quanto mi riguarda. A fine stagione ero arrabbiato, deluso, triste anche se avevo fatto 16 gol più 1 in una stagione che per un attaccante non sono affatto pochi”. Dionisi e Ciano non sono da meno. Il primo si porta in dote 149 reti, l’ex Cesena 83.

 

GLI ALTRI BOMBER. La serie B metterà in vetrina diversi attaccanti importanti, in grado di insidiare il record di Viani e di spostare gli equilibri. Non ci sarà comunque Pazzini, capocannoniere della scorsa stagione con 23 reti e tornato in A con il Verona. L’uomo del giorno è Ciccio Caputo in procinto di accasarsi all’Empoli (contratto quadriennale a 500 mila a stagione) dopo il divorzio dall’Entella. Il centravanti barese è un vero crack, nel torneo passato ha firmato 18 volte il tabellino dei marcatori. Andando per ordine l’Ascoli può schierare Cacia, secondo miglior marcatore della storia della serie B con 131 reti. Il bomber, comunque, potrebbe lasciare le Marche ed approdare alla Salernitana o al Palermo.

Ardemagni dell’Avellino è un altro cannoniere di razza come Floro Flores del Bari. Il Brescia annovera l’eterno Caracciolo, detto l’Airone. È il giocatore ad aver segnato di più nella storia delle ‘rondinelle’ con 163 gol. E’ inoltre il quinto miglior marcatore nella storia della serie B (119 reti più tre in incontri di playoff-playout), nonché il primo per marcature messe a segno con una sola squadra. Un pezzo da novanta anche se l’età (36 anni) inizia a pesare.

Mbakogu del Carpi è sempre una punta temibile pur non avendo uno score eccezionale. Stesso discorso per Litteri ed Arrighini del Cittadella. La Cremonese ha sognato Gilardino, punta sul brasiliano Paulinho ma per ora deve accontentarsi dell’ex canarino Mokulu. Detto di Caputo e dell’Empoli, il Foggia s’affida a Mazzeo, pure lui vecchia conoscenza del Frosinone. Il Novara sogna con l’esperto Maniero, tra gli attaccanti più forti della cadetteria. Aspettando Ceravolo del Benevento (vice capocannoniere della scorsa stagione con 20 sigilli), il Parma ha le frecce dell’Arciere Calaiò tra i veterani dell’aree di rigore e uomo da 174 gol in carriera.

Nel Palermo, in attesa di ulteriori rinforzi (Cacia? Di Carmine?), le reti dovrebbero essere garantite dal macedone Nestorovski che in A ha gonfiato il sacco 11 volte. Zeman ed il suo Pescara sperano nell’esplosione del figlio d’arte Ganz, mentre il Perugia dovrebbe perdere Di Carmine e affiderà il ruolo di primadonna dell’attacco a Cerri, gigante dell’Under 21.

La Pro Vercelli, prima avversaria del Frosinone, scommette sul giovane Polidori, ma Grassadonia aspetta uno squillo sul mercato. Idem la Salernitana che sogna Cacia per sostituire Coda. Dorme sonni tranquilli lo Spezia che al centro del reparto avanzato piazzerà ‘El Diablo’ Granoche, bomber uruguaiano con il passaporto italiano.

Tra club e nazionale maggiore, ha giocato 449 partite segnando 169 reti alla media di 0,38 a partita. Con 93 reti è il miglior marcatore straniero della storia della serie B. A caccia di bomber Ternana e Venezia che è in pressing su Gilardino ormai da tempo. La Virtus Entella infine dovrà sostituire Caputo. Nel mirino Giannetti del Cagliari, attaccante che cerca una definitiva consacrazione.

 

 

Entra nella stanza di A.Salines con tutti i suoi articoli

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright