Il Frosinone blinda Dionisi: niente valigia sul letto (di A.Salines)

Alessandro Salines

Lo sport come passione

di Alessandro SALINES
Giornalista
in zona Cesarini

 

 

L’attaccante del Trapani molto vicino al club giallazzurro
Il Frosinone blinda Dionisi: il bomber
resta alla corte di Moreno Longo

Il funambolico Citro completerà l’attacco

 

 

Sul suo letto non c’è la valigia. Quella di un lungo viaggio. Per parafrasare la famosa canzone di Julio Iglesias, ‘Se mi lasci non vale’. Federico Dionisi non lascia il Frosinone. Salvo colpi di scena che nel calcio sono sempre possibili. Nonostante i rumour che si rincorrono in queste ore il bomber reatino resta alla corte di Moreno Longo. Blindato. Niente Empoli, Benevento o quant’altro. La conferma arriva da fonti vicine alla società. In serata Dionisi sarà una delle punte del tridente che il tecnico torinese schiererà nell’amichevole di Avellino.

 

Un’eventuale partenza di Dionisi a poco più di una settimana dall’esordio in campionato sarebbe stato un brutto colpo da assorbire considerando che Longo ha costruito il suo progetto tecnico-tattico con Dionisi titolarissimo. Non è da Frosinone poi portare a termine operazioni così delicate a ridosso dell’inizio della stagione. Alla fine del torneo scorso Dionisi era finito nel mirino del Benevento ma l’affondo decisivo non c’è mai stato da parte del club campano che ha dato l’impressione di non crederci più di tanto. Per quanto riguarda l’Empoli c’è stato un interessamento ma poi la società toscata si è indirizzata altrove ed ha ingaggiato Caputo ed Antenucci.

 

L’ULTIMO ARRIVO. In procinto di abbracciare il Frosinone è l’attaccante Nicola Citro, 28 anni, salernitano di Fisciano, nelle ultime tre stagioni al Trapani. Andrà a completare il reparto offensivo dei canarini. Un’alternativa importante a Ciano ed allo stesso Dionisi. E’ stato voluto fortemente da Longo, costerà 350 mila euro. Mancino, è bravo a saltare l’uomo in velocità e nell’uno contro uno. Può giocare sia da seconda punta che da attaccante esterno nel tridente. E’ un formidabile assist-man. Viene soprannominato il ‘Messi di Fisciano’.

La sua carriera è una piccola favola. Fino a tre anni fa giocava nei dilettanti del Marcianise dove si è messo in luce con 22 gol in 32 gare. Un exploit che gli è valso la ribalta con molte società professionistiche pronte a prenderlo. A spuntarla il Trapani con il quale debutta in serie B. Serse Cosmi lo valorizza nel campionato 2015-2016, diventa uno dei punti di forza della squadra che sfiora la serie A.

 

 

Entra nella stanza di A.Salines con tutti i suoi articoli

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright