Volley-Coppa Italia, il Sora non supera l’esame con il ‘professor’ Giani: eliminato (di A. Salines)

Foto: copyright argosvolley.it

Volley-Coppa Italia, il Sora non supera l'esame con il 'professor' Giani e viene eliminato. Parte col piglio giusto ma commette troppi errori. Secondo parziale alla pari

Alessandro Salines

Lo sport come passione

BIOSI’ INDEXA SORA: Seganov 3, Fey 3, Caneschi 4, Petkovic 14, Rosso 9, Mattei 6, Mauti (L), Santucci (L), Nielsen 0, Lucarelli 0, Duncan-Thibault 2. N.E. Penning, Marrazzo. Allenatore: Barbiero.

REVIVRE MILANO: Sbertoli 3, Schott 7, Averill 12, Abdel-Aziz 17, Klinkenberg 6, Piano 10, Piccinelli (L), Fanuli (L), Preti 0, Daldello 0, Tondo 1. N.E. Galassi. Allenatore: Giani.

Arbitri: Lot, Zavater.

Parziali: 18-25, 24-26, 19-25

Note: durata set: 25′, 31′, 24′; tot: 80′.

FROSINONE – La generosità, il carattere ed un buon secondo set non bastano alla Biosì Indexa Sora per bagnare il debutto stagionale con una vittoria e la qualificazione agli ottavi di finale di Coppa Italia. A passare il turno è la Revivre Milano di coach Andrea Giani, oggi una spanna sopra la formazione bianconera. I lombardi s’impongono in 3 game e mercoledì prossimo (ore 20.30) sfideranno la Calzedonia all’AGSM Forum di Verona.

Per Sora è l’esordio al palasport di Frosinone, nuova casa di Rosso e compagni. La Biosì onora l’impegno fino alla fine. Un test importante che avvicina la squadra al campionato. “È stata la nostra prima vera partita e non posso rimproverare nulla ai ragazzi che sono stati veramente bravi – dice coach Mario Barbiero su legavolley.it – Quello che ci manca è la continuità a questo livello ma ci lavoreremo come stiamo già facendo. Mi sono piaciuti molto tutti quanti. Potevamo fare di più però vedo che la squadra c’è e di questo sono contento”.

Sora parte col piglio giusto (il primo punto della stagione è di Petkovic, top scorer alla fine con 14 sigilli) ma poi comincia a sbagliare troppo. La Revivre Milano ne approfitta e con i suoi centrali mette a referto il +10 (9-19). Il sestetto di Barbiero rosicchia punti, vuole restare attaccata al set, ma il divario tra le contendenti è marcato. Il solito Averill (6 pt/set) regala il set-ball e Nimir lo firma 18-25.

Nel secondo parziale la Biosì Indexa gioca alla pari, palla su palla fino al 22-22 quando l’ace di Mattei dà due chances-set ai suoi. Poi Aziz e Schott ribaltano la partita. Nimir sale in cattedra e trascina Milano allo 0-2 (24-26). I volsci non mollano nel terzo set, ma i meneghini ormai hanno in mano il match e volano sul +7 (9-16). Dopo il time out discrezionale di coach Barbiero, Sora si riporta sotto fino al 12-16. E’ un fuoco di paglia: la Revivre accelera a chiude i conti in 80′.

“Era la prima partita ufficiale e vincerla è stato molto importante nonostante la tensione – sostiene Giani su legavolley.it – Siamo stati molto bravi, abbiamo spinto da subito. Abbiamo messo molta pressione a Sora con la nostra fase break, nel secondo set siamo andati punto a punto fino al 24-22 recuperando con un buon break che ci ha permesso di vincere. Siamo stati poi molto bravi anche nel terzo. Abbiamo avuto una buona qualità di gioco”.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright