A2A

Via al biodigestore ma tutti pensano ad altro

Il via libera all’impianto per produrre il metano in maniera green ad Anagni. Il tavolo con tutti gli enti interessati ammette: è sicuro. Ma nessuno ora discute su cosa significa sul piano economico, industriale, per le bollette dei cittadini, i posti di lavoro che si potrebbero salvare. Si pensa solo a trasformarlo in polemica politica. Perché ci sono le elezioni.

Dietrofront, in tre ritirano il ricorso contro il biodigestore

Colpo di scena. Tre dei Consiglieri di opposizione ritirano il ricorso contro l’impianto bio proposto da Saf e A2A. Salvano così il posto in Consiglio Comunale. Avanti solo Fioramonti e Tasca. Il sindaco accelera con l’iter di decadenza. Cosa significa quel ritiro. E cosa accade ora

Il silenzio sulla bolletta del gas che raddoppia

La bolletta del gas raddoppia, le fabbriche non ce la fanno a sostenere i costi. Sulle Dolomiti si sono fatti un impianto bio. Mentre a sud di Roma il dibattito non decolla e resta arrancato su convinzioni degli Anni 70. I nuovi input sullo Sviluppo Sostenibile. Anche per la provincia di Frosinone.

Napoli prende i rifiuti di Roma: grazie ad Acerra

Polemiche al vetriolo per l’aiuto concesso dal sindaco di Napoli alla Regione Lazio: 150 tonnellate al giorno di rifiuti romani. Ma il sindaco di Acerra si oppone. E rivela: “Le immondizie arriveranno dal giorno dopo la fine del mandato di De Magistris”.

I sindacati ad Anagni demoliscono la fabbrica del Novecento

La decisione presa venerdì da Cgil – Cisl – Uil di schierarsi in difesa del sistema industriale di Anagni manda all’aria uno schema di fabbrica del Novecento. E rilancia il ruolo dei sindacati. Che non vogliono altri interlocutori in mezzo. Soprattutto se hanno “atteggiamenti pretestuosi ed inutili, entrando nel merito di progetti complessi di cui non hanno alcuna conoscenza e competenza”

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright