Alessandro Di Battista

Da Casaleggio (Gianroberto) a Casalino: la metamorfosi M5S

Non ci sono più tracce dei “duri e puri” all’interno dei Cinque Stelle. Sono diventati tutti situazionisti. Beppe Grillo è sparito, Luigi Di Maio arretrato, Alessandro Di Battista mai pervenuto davvero. Oggi a dare le carte sono Roberto Fico e Vito Crimi. Ma se Giuseppe Conte ottiene il terzo mandato diventerà lui l’intoccabile. E il simbolo di questa fase è il portavoce del premier.

2 Condivisioni

Da colle a colle: Conte e Virginia Raggi al bivio

Quirinale e Campidoglio vicini come non mai nell’architettura dell’immediato futuro politico. Con Raggi che tenta il bis fra rimpasti e salvezza improbabile e con Conte che sul colle cerca (anche) la kryptonite per disinnescare Renzi.

2 Condivisioni

Accordo Pd – 5 Stelle, l’ultima spiaggia passa da Napoli

La candidatura a sindaco del capoluogo campano di Roberto Fico potrebbe dare la svolta. Ma perché il presidente della Camera dovrebbe farlo? Intanto però Nicola Zingaretti e Roberta Lombardi guardano all’evolversi della situazione. E perfino in provincia di Frosinone si abbozzano degli schemi.

2 Condivisioni

Il Pd per esorcizzare i 5S guardi al modello Ciociaria

Il segretario Dem teme una crisi al buio, ma in questo modo stanno vincendo Conte e Di Maio. In provincia di Frosinone il rilancio delle primarie nel capoluogo guarda al centrosinistra. L’unico antidoto per neutralizzare un Movimento barricato nel Palazzo.

2 Condivisioni