Antonello Antonellis

Centrosinistra, Azione di… disturbo

Antonello Antonellis eletto segretario provinciale del partito di Carlo Calenda. Idee chiare sulle grandi tematiche del territorio: acqua, rifiuti, ambiente, Pnrr. Nessuna subalternità al Pd, anzi. E alle comunali di Frosinone non sono escluse sorprese.

Il “centrino” della discordia

Anche in Ciociaria chi dovrebbe dare vita ad una formazione alternativa agli schieramenti più forti? Italia Viva e Azione sono su sponde opposte a Frosinone, Coraggio Italia resta nel centrodestra. E Forza Italia non assume alcuna iniziativa. L’unico ad averci provato davvero è Angelo D’Ovidio.

Tutti al Centro. Ma per fare cosa?

Si torna a parlare di un grande progetto a lungo termine che tenga dalla stessa parte Forza Italia, Azione, Italia Viva, Coraggio Italia e una parte di Pd e Cinque Stelle. Ma in provincia di Frosinone, per esempio, ce li vedete dalla stessa parte Claudio Fazzone, Valentina Calcagni, Luciano Gatti, Mario Abbruzzese, Antonio Pompeo e Luca Frusone? L’incognita delle civiche trasversali, che però sono una cosa diversa.

E’ la somma che fa il totale. La carica dei piccoli

In provincia di Frosinone bisognerà fare i conti con i partiti minori, peraltro guidati da vecchie volpi della politica: da Gian Franco Schietroma (Psi) a Mario Abbruzzese (Cambiamo), passando da Luciano Gatti e Antonello Antonellis (Azione). Ma ci sono pure Valentina Calcagni e Germano Caperna (Italia Viva). Non conta il sistema elettorale, contano le alleanze.

Calenda e 5 Stelle, lo scontro inizia dai rifiuti e San Vittore

Scontro tra il Movimento 5 Stelle ed Azione di Carlo Calenda. Colpa dell’emendamento approvato in Regione Lazio. Che stoppa i nuovi termovalorizzatori. Spianando la strada all’aumento di quello presente a San Vittore. Azione chiede un piano serio. E ricorda che il futuro dell’industria sta nella corretta gestione dei rifiuti.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright