Bio metano

Via al biodigestore ma tutti pensano ad altro

Il via libera all’impianto per produrre il metano in maniera green ad Anagni. Il tavolo con tutti gli enti interessati ammette: è sicuro. Ma nessuno ora discute su cosa significa sul piano economico, industriale, per le bollette dei cittadini, i posti di lavoro che si potrebbero salvare. Si pensa solo a trasformarlo in polemica politica. Perché ci sono le elezioni.

Il rischio del grande freddo dietro l’angolo

Non c’è più molto tempo. La provincia di Latina ha recuperato il ritardo sulla Ciociaria nella produzione di gas. In itinere ne ha almeno tre. Nella provincia di Frosinone: zero. La conferenza su Anagni compie un altro passo. Ma sposta ad agosto la decisione. Mentre Nord Stream riduce le forniture dalla Siberia. E manda in crisi il sistema industriale

Biogas 4.0, la Lombardia ha fatto ciò che Vigo propose

L’idea era stata messa a punto anni fa in Ciociaria. Nessuno volle ascoltare il professor Paolo Vigo. Proponeva di trasformare la Valle del Sacco coltivando prodotti in grado di generare nuovi combustibili. Gli hanno dato retta in Lombardia. Dove ora sta arrivando a risultato il progetto Biogas 4.0: biodigestori senza rifiuti

Anagni dice no al bio, Bolzano dice si

Il paradosso di Anagni. Dice no al gas green (che per funzionare deve essere chiuso in maniera ermetica) ma dice si ad un impianto per trattare i rifiuti urbani. L’esatto contrario di quanto sta facendo in queste ore Bolzano. Che ha chiamato uno dei 100 giovani talenti italiani per ampliare il suo impianto per il metano verde

Energia, il biometano ha una ‘carta’ in più

A livello nazionale Assocarta firma un accordo per il Biometano come fonte per alimentare le cartiere, una possibilità in più per affrontare prezzi che non scenderanno più come prima. In Ciociaria siamo sempre indietro, malgrado le buone pratiche. Il punto di vista dalle Cartiere di Guarcino.

Stellantis, a Cassino ancora tagli pure nel 2022

Giù il numero degli occupati Stellantis anche nel 2022. La necessità di affrontare una trasformazione radicale. Il ruolo della politica che deve creare le condizioni per rendere attrattivo il territorio. I numeri e le previsioni della Fim Cisl

Saproconi 0 – Pomaretto 1

Senza ricevuta di Ritorno. La raccomandata del direttore su un fatto del giorno. La lezione del piccolo Comune piemontese. Dalla quale la Ciociaria ha molto da imparare

E adesso iniziano ad arrivare le bollette del gas

Mentre la nazione si accorgeva dei disastri del caro energia, qualcuno se ne era accorto sussurandolo ed altri lo avevano già annunciato. Anzi, erano già corsi ai ripari, o almeno ci avevano provato. Ora si piange sui soldi versati, ma si continua a fare muro su alcune delle soluzioni.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright