Bruno Astorre

Il voto ponderato dei Segretari regionali

Per le provinciali si vota a Latina, Frosinone, Viterbo e Rieti. I risultati saranno importanti per capire la consistenza degli “eserciti” di Pd, Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia. La riflessione di Bruno Astorre, gli auspici di Claudio Durigon e Paolo Trancassini e la tigna di Claudio Fazzone.

A Natale Di Stefano si regala luminarie e due presidenti

Sotto l’albero di Natale ci sono la Presidenza del Consiglio comunale e le deleghe. Con una sorpresa: la staffetta. Fra problemi risolti e nodi da sciogliere Luca Di Stefano è concentrato sul Natale a Sora che sta attirando migliaia di visitatori in città. E sui punti da attuare nei primi cento giorni. L’intervista al sindaco di Sora sui temi caldi.

A Cassino nasce il Pd targato Salera

Il Congresso Pd di Cassino ricostruisce l’unità dopo due anni e mezzo di Commissariamento. Le scelte dell’ultimo minuto. E quelle della prima ora. Fionda Segretario, Marandola presidente per fare da collegamento con il Gruppo. Presente Astorre

Astorre, il fuoriclasse democristiano del Pd

La vittoria di Roma, il trionfo di Latina e molto altro: il senatore esalta il modello Lazio all’interno del Pd lettiano. Ha capito prima di tutti che Gualtieri poteva essere l’anello di congiunzione e adesso si prepara anche a stabilire le strategie del futuro. Insieme a Letta, Franceschini e Zingaretti.

Sua maestà la Regione Lazio: i possibili candidati

Nicola Zingaretti ha tenuto fuori l’ente dalla campagna elettorale, ma dopo l’indicazione del nuovo Capo dello Stato inizierà la lunghissima sfida per la successione. Tutti i nomi in pista. Verso la contrapposizione tra Pd e Fratelli d’Italia. Con la variabile Roberta Lombardi.

Dalle Regionali al Campidoglio: l’anno più lungo di Zingaretti

Dodici mesi fa, da segretario del Pd, trionfava in Campania, Puglia e Toscana. Adesso, da Governatore, può affermare il modello Lazio per la conquista di Roma. Lunedì sera analizzerà i risultati con Albino Ruberti, ma una cosa è certa: Nicola Zingaretti non starà a guardare. Nemmeno nel Pd.

L’alleanza Pd-5 Stelle e la profezia di Astorre

L’intervista di Francesco Boccia al Corriere della Sera conferma la straordinaria intuizione del segretario regionale del Partito, fautore con Zingaretti e Bettini della svolta nel Lazio. A questo punto dopo le amministrative si aprirà una fase complessa e decisiva. Nella quale Zingaretti e Astorre peseranno non poco. Ecco perché.

“Tra venti giorni non conterà nulla”. Zingaretti silura Raggi

L’ordine del Governatore ai fedelissimi: “Ignorare la sindaca di Roma”. E intanto D’Amato affonda il colpo e disegna lo scenario dell’ultimo miglio: da una parte l’eccellenza nella gestione del Covid, dall’altra il caos dell’emergenza rifiuti. Perché vincere a Roma significherebbe pesare anche nei confronti di Enrico Letta.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright