Camera

Cinque Stelle, la “fronda” chiama la scissione

I 15 no al Senato sono stati di più di quelli che si aspettavano. E ci sono anche 6 assenze non giustificate. Ora c’è attesa per il voto a Montecitorio, ma intanto Alessandro Di Battista raduna le truppe. In provincia di Frosinone Luca Frusone, Ilaria Fontana ed Enrica Segneri schierati con Crimi e Di Maio.

Comodi in parrocchia, e un miliardo se ne va altrove…

Senza Ricevuta di Ritorno. La ‘Raccomandata’ del direttore su un fatto del giorno. Perché è errore grave pensare ancora al mondo Fiat mentre l’universo Stellantis detta nuove regole. Mentre i grandi capitali per il ‘dopo Automotive’ vanno altrove.

Ottaviani alla Camera scompagina il centrodestra

L’imprimatur di Matteo Salvini è fortissimo e già certo. Per l’elezione a Montecitorio si sgomiterà parecchio tra Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia. Ma c’è una via di uscita: un sistema elettorale completamente proporzionale, che ci riporterebbe nella Prima Repubblica.

Se Pompeo vuole un ruolo sulla candidatura a sindaco

Il presidente della Provincia intende indicare un esponente della sua componente: Michele Marini o Andrea Turriziani. Nel capoluogo si faranno le primarie, ma potrebbero non bastare ad evitare le solite spaccature nei Dem. De Angelis e Buschini puntano su Mauro Vicano. La patata bollente sul tavolo di Luca Fantini.

E se ne venisse fuori un Governo proprio Fico?

Consultazioni nel vivo e possibilità che si vada oltre l’ipotesi Conte ter. Perché Italia Viva affila la mannaia. E perché per un gioco di incastri il Presidente uscente della Camera pare l’unico collante di maggioranza. Di Maio permettendo.

Per mandare via Paola Villa hanno rinunciato a 2 milioni

Per mandare a casa il sindaco Paola Villa e la sua amministrazione, Formia ha rinunciato a 2,369 milioni di euro. Quelli che avrebbero riequilibrato il Bilancio. Lo rivela la relazione che farà scattare ora lo scioglimento del Consiglio. Le accuse del sindaco.

Il gioco si fa duro, a giocare sono Ottaviani e Buschini

La visita di Matteo Salvini a Nuovi Orizzonti, poi il post di Marco Ferrara sui vaccini. La giornata di domenica dimostra perché saranno il sindaco di Frosinone (coordinatore della Lega) e il presidente del consiglio regionale (plenipotenziario di Zingaretti) a sfidarsi per la leadership politica in Ciociaria.

L’altro Pd di Zingaretti. Quello del Lazio

L’altro Pd della Regione Lazio che è modello operativo contro il Covid e quello governista nazionale che frena Nicola Zingaretti. Con il semestre bianco che incombe, con il Rosatellum che domina e con il centrodestra in pole per vincere.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright