Cangemi

Buttate giù Zingaretti: la Lega prepara la sfiducia

La Lega parte subito all’assalto della Regione Lazio. In preparazione una nuova mozione di sfiducia. Blindata rispetto a quella fallita a dicembre. Una black List per vietare la candidatura a chi non la sostiene. Iniziativa di Zicchieri e Durigon

Zingaretti vola, l’opposizione si schianta: la Mozione di sfiducia finisce in farsa

La Mozione di Sfiducia contro Nicola Zingaretti raccoglie appena 22 voti. E ne regala uno al Governatore. Catastrofe per il centrodestra. Inutile l’intervento di Grillo. La replica di Lombardi. Parisi è un naufrago. Sfiducia per Aurigemma. L’affondo di Cangemi. Il realismo di Pirozzi. Il riconoscimento a Buschini

I numeri ora ci sono, i big ordinano: «Buttate giù Zingaretti»:

La mozione di sfiducia contro Nicola Zingaretti è stata avocata dai big nazionali. Che hanno ordinato la caduta del Governatore. Intervento diretto di Matteo Salvini. Pressioni fortissime per far rientrare nel centrodestra i due fuoriusciti che reggono la maggioranza. La missione di Buschini

La finta mozione di sfiducia contro Nicola Zingaretti

Il centrodestra presenta la mozione di sfiducia contro Nicola Zingaretti. Non è lui l’obiettivo. Serve per stanare il M5S e spianare la strada a Giorgia Meloni verso il Campidoglio. Ma anche a far saltare la corsa di Cangemi verso il Coordinamento Forza Italia di Roma. Ecco perché

La mossa perfetta per incastrare Cangemi

Oggi la presentazione della Mozione di Sfiducia contro Nicola Zingaretti. Ma il vero bersaglio è su tutt’altro fronte. L’obiettivo è Giuseppe Cangemi. Se non firma perde la possibilità di diventare coordinatore cittadino di Forza Italia a Roma. Spianando la strada al rivale Aurigemma

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright